Il Rotary mette a disposizione della città 13 nuovi defibrillatori che si aggiungono ai 5 dello scorso anno

2' di lettura Senigallia 18/06/2019 - Si è svolta sabato pomeriggio 15 giugno a Senigallia, in piazza Enrico Toti, la cerimonia di inaugurazione della diciottesima postazione salvavita installata in città nell’ambito del progetto - Un defibrillatore a portata di mano - promosso dal Rotary Club Senigallia insieme all’Amministrazione comunale, all’Asur Marche Area Vasta 2 e all’Associazione “Cuore di Velluto".

Senigallia è sempre più città cardio-protetta grazie all’iniziativa del locale Rotary Club che, dopo aver preso il via nel 2018 con la dislocazione dei primi cinque defibrillatori semiautomatici nei punti nevralgici della città, è proseguita in maniera ancora più incisiva quest’anno con la consegna alla città di altri tredici strumenti salvavita di pronto intervento; delle tredici postazioni, due sono state donate dalla farmacia Avitabile e dalla farmacia Filippini ed uno, molto significativo, dalla famiglia Mario Brignone in ricordo del figlio Matteo, improvvisamente scomparso nel 2009. Proprio quest’ultimo defibrillatore dedicato al suo ricordo e posto in prossimità dell’ingresso del Liceo Scientifico, l’Istituto che Matteo frequentava, è stato preso a simbolo per la cerimonia ufficiale di inaugurazione degli apparati.

Al saluto del presidente Learco Perini, accompagnato da una delegazione di rotariani senigalliesi, si sono succeduti gli interventi dell’Assessore Enzo Monachesi in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale e del neodirettore dell’Area Vasta 2 dott. Giovanni Guidi mentre, a nome del Rotary, hanno preso la parola il Responsabile Distrettuale della Rotary Foundation Mario Giannola ed il Governatore del Distretto Rotary 2090 Gabrio Filonzi. Indispensabile per la buona riuscita del progetto è stata l’attività svolta dall’Associazione onlus - Cuore di Velluto - che, come ha ricordato nel suo intervento il presidente Giovanni Rocchetti, ha portato avanti con i suoi volontari un’incessante lavoro al fine di coordinare le fasi organizzative e procedurali per raggiungere questo brillante risultato.

Dopo un toccante intervento dedicato al commosso ed affettuoso ricordo del proprio figlio scomparso, Mario Brignone, insieme alle altre Autorità, ha scoperto il defibrillatore con la targa in memoria di Matteo concludendo una cerimonia che, ancora una volta, unendo le migliori energie presenti nel tessuto cittadino e facendo squadra, vede realizzato un altro significativo progetto per il bene della nostra città.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2019 alle 15:57 sul giornale del 19 giugno 2019 - 1107 letture

In questo articolo si parla di attualità, rotary club, senigallia, rotary club senigallia, defibrillatori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Jj





logoEV
logoEV