Peter Ford al Cinema Gabbiano alla proiezione film "Il seme della violenza" interpretato dal padre Glenn Ford

3' di lettura Senigallia 14/06/2019 - Domenica 16 giugno alle 18,30 al Cinema Gabbiano la proiezione del film IL SEME DELLA VIOLENZA preceduta dall’incontro con il super ospite arrivato dagli Stati Uniti a Senigallia appositamente per inaugurare la mostra ROCK’N’ROLL IS A STATE OF THE SOUL, Peter Ford figlio di due delle stelle più famose di Hollywood, Eleanor Powell, e Glenn Ford.

Nell’ambito dell’apertura della mostra immersiva ROCK’N’ROLL IS A STATE OF THE SOUL Summer Jamboree 20th Anniversary Immersive Exhibition, il Summer Jamboree organizza insieme al Cinema Gabbiamo una proiezione speciale del film IL SEME DELLA VIOLENZA interpretato da Glenn Ford.

La proiezione prevista per domenica 16 giugno alle 18.30 sarà preceduta dall’incontro con il super ospite arrivato dagli Stati Uniti a Senigallia appositamente per inaugurare la mostra, Peter Ford (che sarà presente in sala), attore e scrittore, imprenditore e musicista, figlio delle due stelle più famose di Hollywood. Eleanor Powell, e Glenn Ford.

I Biglietti di ingresso (€ 5) si possono acquistare anche on-ine https://www.liveticket.it/cinemagabbiano

Peter Ford ha una biografia così incredibile e ricca di esperienze ed incontri da sembrare la sceneggiatura di un film di Hollywood.

L’attore, regista, cantante, imprenditore (uno dei suoi lavori come costruttore è stato pubblicato su riviste di architettura di tutto il mondo. La Schnable House, progettata dal famoso architetto Frank Gehry, votata dal New York Times come una delle "Dieci case americane contemporanee più importanti per gli architetti”)Peter Ford è il figlio di due delle stelle più famose di Hollywood. Eleanor Powell, una delle più grandi stelle musicali della MGM e Glenn Ford, la stella del cinema numero uno di Hollywood nel 1958.

Appassionato di musica a soli 10 anni comprò il vinile di Bill Haley & His Comets Rock Around the Clock che allora era solo il side B del brano su cui credevano di più i discografici all’epoca “Thirteen Women”.

Fino a quel momento Rock Around the Clock considerato un brano minore (rispetto ad esempio a Crazy man Crazy sempre dei Comets che aveva venduto 750.000 copie) e meno conosciuto.

Un giorno il regista di Blackboard Jungle (Il Seme della Violenza) Richard Brooks si reca a casa dell’attore protagonista Glenn Ford chiedendogli consiglio per mettere qualcosa di forte dal punto di vista musicale per il suo nuovo film che sarebbe uscito nel 1955 (esattamente un anno dopo l’incisione del brano Rock Around the Clock che segnò poi l’inizio di un’epoca).

Glenn Fordo lo invita in camera del figlio Peter che allora bambino era già un appassionato di musica ed aveva tantissimi vinili.

Peter Ford diede al padre tre dischi tra cui proprio Rock Around the Clock che entrò così nella colonna sonora di apertura del film Blackboard Jungle divenendo un successo mondiale dirompente e innescando di fatto una vera e propria “rivoluzione”.

Peter diventa così quell’anello di congiunzione di questa rivoluzione culturale mondiale, il Rock’n’Roll di cui il brano dei Comets è considerato un emblema.

I Comets nel 2004 vennero a festeggiare i 50 della nascita di Rock’n’Roll al Summer Jamboree e Peter Ford è arrivato quest’anno a far partire sul juke box del 1953 che è parte della mostra proprio quel brano che acquistò da ragazzino e che divenne il simbolo del Rock’n’Roll.

Peter Ford che sotto contratto con la Capitol Records, è stato mentore dall'incomparabile Nat "King" Cole, è anche uno scrittore, autore di Glenn Ford: A Life, una biografia definitiva di suo padre pubblicata dalla University of Wisconsin Press.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2019 alle 11:08 sul giornale del 15 giugno 2019 - 804 letture

In questo articolo si parla di musica, attualità, summer jamboree e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Bx





logoEV