Caterraduno: il Comune paga il cachet di Noemi, Tiromancino e Mahomood. Eventi gratis per tutti

2' di lettura Senigallia 11/06/2019 - Senigallia scalda i motori in vista del Caterraduno. Il mega raduno dei fan della trasmissione di Radio Due “Caterpillar” riverserà in città migliaia di spettatori, pronti ad un concentrato di tre giorni musica, spettacolo e divertimento.

Dal 27 al 29 giugno, oltre alle due dirette radiofoniche, si terranno anche gli attesi concerti live al Foro Annonario e dal pontile della Rotonda. Il tutto gratis e aperto a grandi e non solo. L'evento da sempre è organizzato da Radio Due anche se il Comune di Senigallia contribuisce facendosi carico delle spese dei cantanti e abbonando spese come l'occupazione del suolo pubblico.

Quest'anno i grandi protagonisti, svelati proprio una settimana fa dalla Rai, sono Noemi, i Tiromancino e il gettonatissimo Mahmood, reduce dalla vittoria del Festival di Sanremo e dal successo agli Eurovision Song Festival. Per loro il Comune si è fatto carico dei rispettivi cachet artistici. Per Noemi, la rossa, portata alla ribalta dopo la vittoria al talent show di X-Factor nel 2009, il Comune spenderà 30 mila e 800 euro. Il suo sarà un concerto live dal palco del Foro Annonario, di circa un'ora e mezza, la sera di venerdì 28 giugno.

Più “economico”, ma è anche vero che la sua performance sarà di più breve durata, il cachet di Mahmood, protagonista del concerto all'alba che si tiene come da tradizione alle 6 del mattino davanti alla Rotonda. Il suo ingaggio costerà 22 mila euro. Per la serata di apertura del giovedì, affidata al live dei Tiromancino, il Comune di senigallia spende ben 28 mila e 600 euro. Il tutto per un importo di 81 mila e 400 euro.

A venire in “aiuto” del Comune sono poi le sponsorizzazioni, come quella dell'Eni, che ha investito per l'evento 60 mila euro- Soldi ovviamente che serviranno ad ammortizzare le spese sostenuta dal Caterraduno. L'edizione di quest'anno si preannuncia particolarmente ricca e “nelle corde” del pubblico, a cominciare dal tema scelto, quello più che mai attuale della “plastic free”. La banda dell'edizione numero 14 composta da Massimo Cirri, Laura Troja, Paolo Labati di Caterpillar e Filippo Solibello, Marco Ardemagni, Claudia de Lillo, Cinzia Poli è pronta a scendere in campo.

Il programma, oltre alle due dirette giornaliere su Radio 2, dalle 6 alle 7.30 e dalle 18 alle 20, propone sabato alle 11 alla Fenice “Saturday for Future”, una mattinata per salvare il pianeta e alle 18 il Corteo Acquatico per la Legalità, con un grande aperitivo in favore dell'associazione di don Ciotti “Libera”. Il gran finale di sabato sera a partire dalle 22 sarà affidato al concerto di Diodato e Carmen Consoli.






Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2019 alle 06:52 sul giornale del 12 giugno 2019 - 7695 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8sA





logoEV