Presentati i prossimi interventi per il Misa: "Subito Ponte II Giugno, escavo e argini"

2' di lettura Senigallia 08/06/2019 - Presentati sabato mattina a Senigallia gli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico sul fiume Misa. A prendere parte all'incontro sono stati il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, l'assessore regionale all'Ambiente Angelo Sciapichetti, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e il presidente del Consorzio di Bonifica Claudio Netti.

"Anzitutto - spiega il presidente Netti - la prossima settima partiranno degli ulteriori lavori per il consolidamento degli argini. Inoltre, siamo pronti a presentare a settembre il programma esecutivo degli interventi riguardanti l'intero corso del fiume Misa, che ovviamente interesseranno prioritariamente le maggiori criticità per la sicurezza delle persone e dei beni. Stante però l'importante disponibilità di risorse messe in campo dalla Regione, è ragionevole pensare anche all'esecuzione di progetti il nuovo ponte 2 Giugno e la risagomatura dell'alveo del fiume per una gestione idraulica più ordinata del territorio. In ogni caso è fondamentale non creare allarmismi: la Regione e il Consorzio vigilano continuamente il corso del fiume".

"Grazie al Consorzio di bonifica e all'impostazione che da diverso tempo ci sta dando soddisfazioni - sottolinea il presidente Ceriscioli - la Regione riesce ad avere quel braccio operativo che permette di dare tempi certi e modalità molto rapida all'esecuzione dei progetti. Ci sono le incertezze di sistema, ma quelle non possiamo eliminarle noi, però tutta la parte che fa riferimento alla Regione, Comuni, Genio civile e Consorzio di bonifica si sta dimostrando estremamente efficace.

"Dopo cinquant'anni di ritardi e indugi vari - conclude il sindaco Mangialardi - oggi si stanno realizzando interventi per la messa in sicurezza del fiume. Di ciò ringrazio la Regione Marche e il Consorzio di Bonifica, anche perché finalmente si lavora in termini di programmazione anziché di emergenza. Ribadisco che, insieme al rafforzamento degli argini, l'escavo rimane una priorità assoluta e inderogabile. Importante anche la scelta della Regione di realizzare una nuova opera per ponte 2 giugno a campata unica e carrabile. Ovviamente sarà poi l'amministrazione comunale a decidere l'eventuale pedonalizzazione".






Questo è un articolo pubblicato il 08-06-2019 alle 15:01 sul giornale del 10 giugno 2019 - 1869 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8ov