statistiche accessi

Intensificati i controlli della Polizia: espulso un albanese, denunciato un marocchino e sequestrata della droga.

polizia senigallia 2' di lettura Senigallia 09/06/2019 - Con l’avvio della stagione estiva ed il conseguente aumento del numero di presenze in città, il personale del Commissariato di Polizia di Senigallia, coordinato dal vice questore aggiunto Agostino Licari, ha effettuato una serie di servizi sia di prevenzione di reati contro il patrimonio ma anche di repressione di fenomeni connessi all’immigrazione clandestina ed alla droga.

Un primo importante risultato ha riguardato il rintraccio sul territorio comunale di un pluripregiudicato per reati in materia di stupefacenti. Gli agenti, nel corso dei servizi di controllo in città, hanno notato un veicolo di grossa cilindrata con due giovani a bordo e decidevano di sottoporli a controllo. Sono risultati essere due giovani albanesi uno dei quali da tempo presente a Senigallia mentre l’altro residente in provincia di Pesaro. Quest’ultimo, P.S. di 30 anni, risultava tra l’altro esser gravato da numerosi e rilevanti precedenti in quanto già tratto in arresto con importanti quantitativi di sostanza stupefacente; inoltre i primi accertamenti hanno fatto emergere una situazione di irregolarità sul territorio nazionale.

I poliziotti dunque hanno accompagnato l’uomo in Commissariato ed avviato più approfondite ricerche in relazione alla posizione sul territorio facendo emergere che questi risultava esser stato raggiunto da pochi mesi da un provvedimento di espulsione e allontanamento da parte del Questore di Pesaro. Per tale motivo, l’uomo è stato condotto presso un C.I.E. in attesa dell’espulsione dal territorio dello Stato. Nel corso dei servizi di controllo per la prevenzione dei reati contro il patrimonio gli agenti nei pressi di un parcheggio vicino ad una sala slot hanno notato un veicolo con un uomo a bordo che, alla vista degli agenti ha tentato di nascondersi. I poliziotti lo hanno sottoposto a controllo ed è risultato essere un cittadino marocchino, da tempo presente a Senigallia.

Apparentemente non presentava elementi di irregolarità ma manifestava un nervosismo che non passava inosservato agli agenti che, infatti, nascosto nell’auto, hanno trovato un attrezzo che non si esclude sarebbe potuto essere utilizzato per aprire porte. Tra l’altro il soggetto risultava avere precedenti in materia di reati contro il patrimonio. I poliziotti dunque hanno sequestrato l’attrezzo metallico e lo hanno denunciato per porto di oggetti atti allo scasso. Infine, durante le attività di controllo in zona Stazione ferroviaria, luogo frequentato da tanti giovani diretti in centro città, i poliziotti notato alcuni giovani che effettuavano strani movimenti.

Uno di questi alla vista dei poliziotti, ha preso il proprio zaino e si è allontanato verso i binari ma è stato fermato dagli agenti che lo hanno trovato in possesso di qualche grammo di marijuana. Il giovane, T.G., senigalliese di 27 anni, è stato segnalato in Prefettura in qualità di assuntore.






Questo è un articolo pubblicato il 09-06-2019 alle 09:20 sul giornale del 10 giugno 2019 - 1603 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a8oz





logoEV
logoEV
logoEV