statistiche accessi

Saggio di fine anno de “La Casa di Omero” al Centro Olimpico

2' di lettura Senigallia 01/06/2019 - Bella festa giovedì scorso al Centro Olimpico per il saggio finale del progetto che La Casa di Omero ha completato in questi giorni per l’edizione 2019.

I ragazzi, sotto gli occhi dei genitori, hanno fatto vedere i miglioramenti conseguiti quest’anno, con l’aumento delle capacità di coordinazione e di controllo.

Sono lontani i tempi in cui i giovani sono entrati per la prima volta al Centro Olimpico e sicuramente la convinzione di tutti (ma non della Prof.ssa Paola Crivellini) era di impossibilità a continuare l’esperienza in modo positivo. Invece le cose sono andate diversamente, i giovani hanno superato difficoltà che sembravano insormontabili e, cosa più importante, si sono divertiti con la pallina che schizzava da tutte le parti, rimbalzava in modo imprevedibile e sembrava imprendibile. Il divertimento è stata la chiave di volta, lo strumento attraverso cui i giovani si sono relazionati con altre realtà ed è stato lo stimolo per il miglioramento. Non si tratta di agonismo e neanche di attività sportiva ma solo di scoprire le straordinarie potenzialità dello sport sociale.

Presente al saggio l’Assessore al Welfare del Comune di Senigallia Dott. Carlo Girolametti che si è complimentato con la Prof.ssa Crivellini per la bella iniziativa che si avvicina al decimo anno. Un plauso a Marina Tomassoni (docente di educazione fisica) e Beatrice Pianelli (educatrice) che hanno sempre seguito con passione e dedizione questo progetto contribuendo a dargli contenuto e spessore. Come negli anni passati i volontari del Servizio Civile Italiano del Corpo Europeo di Solidarietà (Stefano, Martina, Simone, Francesco, Martin e Hugo) hanno dato il loro contributo; anzi va detto che è proprio grazie al Servizio Civile che è stato possibile assistere maggiormente i giovani de La Casa di Omero facendo un salto di qualità.

I dirigenti del Centro Olimpico hanno colto l’occasione per informare l’Assessore dell’iscrizione della Società all’Anagrafe Nazionale del Ministero dell’Università per il finanziamento di progetti di ricerca scientifica. A Senigallia sono nove i soggetti iscritti ed il tennistavolo è l’unica realtà sportiva esistente.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2019 alle 12:05 sul giornale del 03 giugno 2019 - 435 letture

In questo articolo si parla di attualità, tennistavolo, senigallia, tennistavolo senigallia, ping-pong

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a70T





logoEV
logoEV
logoEV