Ostra: da Guardia Nazionale a Vigili Urbani, una mostra ne ha raccontato la storia

2' di lettura 23/05/2019 - La polizia municipale, vigili urbani e/o polizia locale è un ordinamento civile gestito in forma autonoma dai comuni. Ha una sua storia antica, che inizia a dopo l'unità d'Italia quando fu data ad ogni comune la possibilità di dotarsi di proprie guardie, per vigilare sul rispetto dei propri atti normativi.

Anche se molti fanno risalire a questo periodo l’istituzione dei vigili è altrettanto vero che un ordinamento simile era già in uso in ogni comune anche prima, quindi si potrebbe parlare solo di una trasformazione più che di nuova istituzione. Nel 1907 Giovanni Giolitti, ministro dell'interno del suo governo Giolitti III, provvide a regolare la materia riunendo le guardie di città nel R.D. 31 agosto 1907, n. 690 e dando la possibilità ai comuni italiani di poter provvedere alla vigilanza dei regolamenti locali a mezzo proprio personale che doveva essere preventivamente riconosciuto in possesso di titoli e requisiti necessari.

Lo stesso art. 19 del testo unico del regio decreto n. 690/1907 prevedeva che con l'autorizzazione del Ministro dell'Interno i comuni potessero costituire un servizio di polizia municipale costituito da ufficiali, sottufficiali e guardie municipali per i quali non erano previsti i requisiti delle altre "guardie". Tali soggetti erano preposti all'esecuzione dei provvedimenti straordinari relativi all'igiene, all'edilizia e alla polizia locale e dipendeva esclusivamente dal sindaco.

Oltre queste guardie municipali vi erano le guardie dei comuni la cui disciplina era sottoposta ai prefetti e il servizio era disposto dai questori. Il 3 maggio 1957 papa Pio XII, con una lettera apostolica, nominò San Sebastiano, la cui festività ricorre ogni anno il 20 gennaio, patrono dell’ordine. La Mostra di documenti ed immagini della storia della Polizia Municipale di Ostra curata da Paola Staccioli nel 2003 dal titolo Da Guardia Nazionale a Polizia Municipale è stato un momento di riflessione a ritroso nel tempo anche se dobbiamo distinguere i due momenti storici: l’uno quello della Guardia Nazionale concepita per contrastare e reprimere il brigantaggio, l’altra come dicevamo poc’anzi per far sì che si vigilasse sul rispetto dei propri atti normativi e garantire una vita più serena ed ordinata del proprio comune.

Nel 1986 è stata poi emanata una legge Nazionale sulla polizia municipale che le ha fornito un’importante riconoscimento giuridico. Nel 1991 al passo con i tempi a Ostra venne assunta, anche se a tempo determinato, la prima “vigilessa”. Nel maggio 2019 con una decisione del tutto arbitraria il Corpo di Polizia Municipale di Ostra è entrato a far parte dell’Unione dei Comuni della Marca Senone e, venendo meno sia il ruolo che lo spirito per cui era stato creato, i suoi compiti sono passati dall’Amministrazione Comunale all’Unione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2019 alle 11:04 sul giornale del 24 maggio 2019 - 389 letture

In questo articolo si parla di Giancarlo Barchiesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Om





logoEV