Montemarciano: l’Amministrazione sul fallimento di Prima Costruzioni Srl, "Grilli cerca clamore mediatico pre-elettorale"

2' di lettura 23/05/2019 - In merito all’articolo apparso su Vivere Senigallia il giorno 21/05/2019 l’Amministrazione Comunale di Montemarciano ritiene doveroso fornire alcune precisazioni.

Si conferma che con sentenza 89/2018 del 27/11/2018 la società Prima Costruzioni S.r.l. è stata dichiarata fallita.

L’indicare, però, da parte del candidato sindaco Maurizio Grilli l’evento quale “problema gigantesco… che avrà un impatto nel breve termine sulla prossima giunta con gravi problemi finanziari…” risulta essere, come in questi giorni è consuetudine, una affermazione infondata e pretestuosa vocata semplicemente alla ricerca di un qualche richiamo e clamore mediatico pre-elettorale.

L’evento, invece, si inserisce nella normale attività che l’Ufficio Entrate dell’Ente svolge in termini di accertamento e riscossione e, in alcuni casi come questo, in attività di recupero.

L’Ente infatti, come richiesto dalla legge, accantona obbligatoriamente ogni anno al Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità che costituiscono una garanzia a copertura di eventuali somme, che si dovessero rivelare inesigibili.

Dunque, cercando di rimanere nella tecnicità e reale dimensione dell’evento, per quanto concerne il fallimento della Prima Costruzioni Srl si precisa quanto segue:

- Attualmente nel bilancio del Comune di Montemarciano vi sono crediti per ICI/IMU non riscossi per i quali sono state emessi avvisi di accertamento e sono in corso tutte le normali procedure di recupero delle stesse;
- È stato pignorato un terreno di proprietà della società per il quale si è in attesa dell’asta;
- L’Ente ha presentato, poi, insinuazione passiva al fallimento e resta in attesa degli sviluppi della procedura per dichiarare, eventualmente, esigibili/parzialmente esigibili o inesigibili i crediti in oggetto;
- Gli importi in oggetto presenti a bilancio e ancora non riscossi risultano, comunque, ampiamente e di gran lunga coperti dall’accantonamento effettuato al Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità pari al 31/12/2018 ad euro 1.644.378,54;
- I 2,5 milioni di euro che erano previsti dalla convenzione tra il Comune di Montemarciano e il soggetto attuatore (Prima Costruzioni Srl) non sono mai stati accertati ed imputati a bilancio in quanto la convenzione stessa non si è mai perfezionata.

Tanto si doveva per correttezza e trasparenza certificate da dati ed atti pubblici. A questo punto ci domandiamo: come mai “Progetto Montemarciano” sta uscendo proprio oggi con questi articoli che contengono evidenti imprecisioni e slogan di grande allarmismo? Forse la partecipazione attiva in questi 5 anni alla vita consigliare e alle commissioni avrebbe dato risposte a eventuali dubbi e perplessità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2019 alle 16:50 sul giornale del 24 maggio 2019 - 1308 letture

In questo articolo si parla di attualità, montemarciano, Comune di Montemarciano, maurizio grilli, prima costruzioni srl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7PV





logoEV