Scuola a Marzocca: scioperi selvaggi e dignità dei minori, protestano i genitori

scuola Senigallia 15/05/2019 - Dopo lo sciopero di venerdì 10 maggio a cui ha aderito il personale Ata della scuola dell'infanzia di Marzocca e dopo la chiusura di lunedì per allerta meteo, oggi ulteriore beffa: ennesima comunicazione di sciopero per venerdì 17 maggio. Tuttavia, sarà l'undicesimo dall'inizio dell'anno e continua a crescere il malcontento tra i genitori, soprattutto per quelli che lavorano.

Solo nel mese di marzo si sono avuti tre scioperi in due settimane. Noi mamme lo sappiamo che non si può fare nulla per gli scioperi, diritto legittimo, inviolabile e insindacabile di ogni lavoratore, siamo ancora in una democrazia rappresentativa. Tuttavia, il nostro malcontento nasce dal fatto che, laddove il personale della scuola non aderisca allo sciopero, comunque la mensa ai nostri figli non viene assicurata, e solo nel mese di marzo è successo tre volte, allora ci chiediamo se il diritto intangibile dell'adulto venga prima del diritto dei nostri bambini ad avere la mensa scolastica, costretti ogni volta a mangiare un panino o una pizzetta, soprattutto quelli che fanno il tempo pieno, non mi sembra tanto dignitoso. Ci piacerebbe che venissero chiarite eventuali responsabilità, e capire il perché nonostante la mancata adesione agli scioperi, diventa per noi comunque motivo di disagio.

Tuttavia, questa situazione si perpetua da anni ormai presso la scuola materna di Marzocca, dove manca del tutto il ragionevole buonsenso necessario affinché le cose funzionino diversamente. Ad oggi la situazione è diventata davvero insostenibile, perché ci sono genitori che lavorano e non hanno un parentado che li sostenga, quindi sono costretti a barcamenarsi tra babysitter, ad esaurire ferie e permessi conseguentemente allo sghiribizzo di un personale che appellandosi alla legge si mette ancora a giocare a chi crea più disagi, con il rischio di far perdere il posto di lavoro, in una società in cui si fa già fatica a trovarne uno.

Scioperi selvaggi e ogni mese ce ne tocca almeno uno...vorremmo solo che chi deve controllare, lo facesse perché siamo veramente stufi. Tra l'altro sia il Sindaco che l'assessore sono stati già informati, ma sembra che nessuno possa fare alcunché... Mah






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2019 alle 12:00 sul giornale del 16 maggio 2019 - 2358 letture

In questo articolo si parla di attualità, Un gruppo di genitori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7sU





logoEV