La mia serata al Mooka Ristorante

2' di lettura Senigallia 09/05/2019 - Vi racconto la mia cenetta nel nuovissimo ristorante del Raffaello Hotel, un locale elegante, un pò minimal, con tanto calore umano e una cucina da urlo.

In occasione del mio 50° compleanno sono stato gentilmente invitato da Arianna Piazzolla, Sales & Marketing Manager del Raffaello Hotel, a cenare nel loro nuovo ristorante aperto da circa un mese. Mi sembra giusto ricambiare questa gentilezza condividendo con voi la mia esperienza.

Appena si arriva al Mooka Ristorante si viene subito proiettati in un altro luogo, una vetrata molto grande e un entrata degna del miglior ristorante di Miami con tante luci al led.

Ad accogliermi Arianna che con la sua solarità mi ha messo subito a mio agio e invitandomi ad inizare con un aperitivo ci spostiamo in prossimità del bar dove degustiamo una buona bollicina accompagnata da una Salada con Panzanella e pomodoro e un taglierino con Culatello e pecorino stagionato il tutto servito dalla sorridente Margherita.

Dopo aver salutato lo Chef Matteo Mazzoli, il suo braccio destro Mattia e l'aiuto Federico, ci siamo seduti e da li a pochi istanti, versandoci un buon Verdicchio di Stefano Antonucci, la gentilissima bionda Tetyana ci serve, come piccola entrée, una crocchetta con asparagi e vongole.

Sfogliando il menù ci sono quattro/cinque piatti per categoria, quelli che secondo me bastano per offrire una varietà adeguata. Ho trovato molte cose allettanti legate alla cucina tradizionale marinara con un occhio all'innovazione e tante di carne di pari valore . Mi sono tenuto sul pesce tradizionale ordinando una selezione di antipastini freddi e una classica grigliata di pesce.

Come prima il servizio veloce e preciso, in tempi consoni l'antipasto era sul mio tavolo: Insalatina di seppia con gambero, tartare di tonno, polpo grigliato, Alici con burro e sgombro in panzanella: tutto ottimo!

La mia grigliata abbondante e molto bella da vedere si rivela come da aspettative: Gallinella, scampo(ne) capesanta, branzino e spiedino di eccellente qualità e di cottura perfetta.

Per finire il Mezza Sfera Mooka: una bavarese al caffè aromatizzata con il tabacco infuso, racchiusa in una croccante mezza sfera di cioccolato bianco con polvere di caffè su crema inglese al rhum...e che ve lo dico a fà!

In definitiva e senza fare l'Alessandro Borghese "dei poveri" posso dire che mi è proprio piaciuto il Mooka: ho mangiato benissimo e mi sono sentito a mio agio e questo è quello che tutti ci aspettiamo quando andiamo a mangiare fuori.








Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 09-05-2019 alle 23:59 sul giornale del 11 maggio 2019 - 5546 letture

In questo articolo si parla di attualità, pubbliredazionale, articolo, Maurizio Lodico e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7gY





logoEV
logoEV