Inaugurato lo stemma cittadino di Senigallia del Maestro Andrea Ippoliti

2' di lettura Senigallia 30/04/2019 - Durante il Consiglio Comunale del 29 Aprile è stato inaugurato lo stemma civico realizzato dal maestro Andrea Ippoliti. È stato il momento conclusivo di un lungo percorso iniziato dal Sindaco Maurizio Mangialardi, il quale da tempo aveva ravvisato l'esigenza di uno stemma che fosse corretto secondo l'araldica istituzionale e artisticamente consono con la stilistica decorativa della Sala Consiliare.

Lo stemma civico, infatti, nelle simbologie che racchiude, ha un alto valore simbolico per tutta la cittadinanza e ne identifica le qualità morali, civili e di laboriosità. La corona turrita indica l'appartenenza alla nostra nazione, la fronda di quercia simboleggia la forza e la resistenza necessarie per l'azione di governo, la fronda d'alloro il raggiungimento degli obiettivi.

Le qualità morali simboleggiate dalle due fronde sono raccordate dal nastro tricolore che simboleggia la Costituzione Italiana. Queste simboli sono uguali per tutti gli stemmi civici delle città d'Italia. Al centro dello stemma, su scudo sannitico azzurro, sono presenti i simboli della nostra città, simboleggiata dal pino marittimo con la sua chioma e i suoi frutti, segno della laboriosità della cittadinanza. Il pino evidenzia le sue radici, simbolo del nostro passato, senza conoscere il quale non possiamo muoverci verso il futuro.
Due fiere rampanti si appoggiano al fusto del pino e rivolgono il loro sguardo verso l'esterno: sono gli amministratori eletti dai cittadini, chiamati a custodire il bene della città e a difenderla.
La catena che lega le due fiere al pino simboleggia la forte dedizione che l'amministratore deve avere nel suo servizio alla città.

Alcuni di questi elementi simbolici non sono presenti nel vecchio stemma del 1971, che ora, nel rispetto degli uomini di quell'epoca, è stato inglobato dallo stemma realizzato da Ippoliti senza che venisse in alcun modo rovinato.
Lo stemma voluto dal sindaco è frutto dell'arte scultorea e pittorica del maestro Ippoliti: la cornice in rilievo che circonda lo stemma è un chiaro richiamo stilistico alle cornici presenti in sala consiliare ed è stata modellata interamente a mano.
La decorazione dello stemma è una tempera su tavola secondo le migliori tecniche artistiche della nostra storia dell'arte: Ippoliti ha voluto inserire decorazioni in oro 24 karati ed ha utilizzato il lapislazzuli per ottenere l'azzurro dello stemma: oro e lapislazzuli, per il loro valore, hanno sempre simboleggiato il rispetto che si deve verso quanto si sta dipingendo.
Ora lo stemma, con la sua luce e simboli, è per sempre in sala consiliare e dall'alto ricorda, ogni volta che lo si guardi, la necessaria unità dei cittadini per garantire prosperità e pace a questo unico corpo che è la città di Senigallia.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2019 alle 08:56 sul giornale del 02 maggio 2019 - 3091 letture

In questo articolo si parla di cultura, andrea ippoliti, sala del consiglio comunale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6Xg