statistiche accessi

Le notizie che non scriviamo: un bacio, tre stelle e una festa rock

3' di lettura Senigallia 05/03/2019 - Ci sono baci e baci e quello di una sorella ad un fratello contiene tutto ciò che serve per dare un senso alla vita. C’è l’appartenenza alla famiglia, c’è l’amore elevato alla potenza e soprattutto c’è la fusione tra due persone che dopo un cammino interminabile hanno raggiunto il loro sogno.
È un bacio denso di reciproca gratitudine.


Quel sogno lo hanno acchiappato continuando a inseguirlo per qualche decina di anni. Il sogno davanti e loro dietro, senza mai mollare di un solo centimetro. Senza mai dubitare la frazione di un istante.

È così che nella vita accadano le cose straordinarie. Quando non sei mai disposto a cedere. La ricetta non è nata tra i fuochi della loro cucina avveniristica e immacolata, una cattedrale di sapori tra il porto e il lungomare di Senigallia. La ricetta vera è nata negli angoli più profondi della mente e dell’anima, è composta da puro talento mescolato a tenacia, con un’aggiunta di coraggio e amore. Il tutto accompagnato dal sorriso di un’intera brigata.
Quello di Mauro e Catia Uliassi è il trionfo del gregario che scatta controvento e vince in solitaria.
È la festa del Leicester che trionfa nella Premier League rovesciando ogni pronostico.
È la festa di tutti quelli che inseguono un sogno prendendo dubbi e rimpianti a calci nel culo.
È la festa di una famiglia, di una brigata, di una città e di una regione.
Felicità che si espande per cerchi concentrici.

La festa delle tre stelle Michelin esplode quando Greg & The Frigidaires cominciano a sparare Rock’n’Roll a tutta manetta ed è fantastica questa favola che si consuma nella pancia della rotonda di Senigallia, in una serata d’inverno travestita da primavera.
La festa riesce perfettamente perché non è stata pianificata da qualche genietto del marketing e l’assenza di finzione rappresenta la strategia di marketing più efficace che possa esistere.
Del resto è difficile trovare crepe in un gruppo che può contare sull’ufficio stampa più potente in assoluto. E cioè quello del passaparola. Ancora nessun guru della comunicazione ha inventato qualcosa di più potente e penetrante.
Ivano che da anni si muove al centro del ristorante come certi centrocampisti esperti mi dice “Sai Luca, tanti ci chiedono quanto sarà difficile adesso, ma a noi le tre stelle le hanno date per quello che siamo, mica per quello che saremo”. Parole sante. Di sicuro la sfida è comunque partita, troppo intelligente questo gruppo per non cadere nella trappola dell’appagamento. In questa brigata nessuno confonde la stazione di arrivo con quella di partenza. Il viaggio, il più bello e il più duro è appena iniziato. Adesso però si viaggia con la gioia nel cuore e gioia non conosce compromessi, è la forma di energia più potente in assoluto e proprio la gioia è stata la grande ospite della serata alla rotonda.
La potevi trovare ovunque. Negli sguardi, negli abbracci, nei sorrisi e soprattutto in quel bacio universale.






Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2019 alle 17:36 sul giornale del 06 marzo 2019 - 1709 letture

In questo articolo si parla di attualità, luca pagliari, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a4XD

Leggi gli altri articoli della rubrica Le notizie che non scriviamo





logoEV