Crisi Bigelli Marmi. Luigi Bigelli: "L'azienda è pronta a ripartire in tempi brevissimi"

1' di lettura Senigallia 08/02/2019 - La crisi della Bigelli Marmi preoccupa i sindacati che ne temono la chiusura, ma la proprietà rassicura. L'azienda è sana, c'è stato solo un problema finanziario che verrà risolto a breve grazie all'ingresso di nuovi capitali.

"Nell'ultimo anno e mezzo abbiamo avuto una grossa frenata - racconta Luigi Bigelli - a questi si sono aggiunti due concordati preventivi, uno in inghilterra ed uno in Italia che ci hanno portato a perdere oltre 500.000 euro. Tutto questo si è aggiunto alla crisi del mercato russo, causata anche dalle sanzioni. Per noi è stato un duro colpo."

Alcuni dei 70 dipendenti dell'azienda infatti sono in cassa integrazione e alcune lavorazioni, come il taglio dei blocchi di marmo, che offrono meno margini, oggi sono esternalizzate.

"Ma stiamo cercando di controbattere - continua Luigi Bigelli - stiamo puntando su altri settori e stiamo cercando di rimettere a posto le cose e di sistemare l'azienda. Proprio in questi giorni abbiamo trovato due investitori pronti ad investire sulla nostra azienda. E soprattutto abbiamo un portafoglio ordini che ci permette di guardare con serenità il futuro. Oggi vediamo le cose in maniera positiva perché abbiamo le basi per ripartire in modo veloce".








Questo è un articolo pubblicato il 08-02-2019 alle 11:45 sul giornale del 09 febbraio 2019 - 10386 letture

In questo articolo si parla di lavoro, michele pinto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a37b





logoEV