Istigazione all'uso di droghe, indagato il trapper Sfera Ebbasta

Senigallia 12/01/2019 - É indagato dalla Procura di Pescara, il trapper Sfera Ebbasta, per istigazione all'uso di sostanze stupefacenti.

Il fascicolo è stato aperto a seguito di un esposto di due senatori di Forza Italia, Lucio Malan e Massimo Mallegni, che hanno scelto Pescara, una delle città in cui Gionata Boschetti, in arte Sfera Ebbasta, si è esibito lo scorso 12 luglio.

Nel mirino sono finiti i testi delle canzoni del rapper che contengono "frequenti oscenità", e "si riferiscono pressoché tutti all’uso di droghe e spesso al loro spaccio, senza ma accennare alle negatività di tali pratiche, anzi prospettando tale stile di vita come simbolo di successo", come hanno sottolineato i due senatori.

Non è escluso che il magistrato decida di sentire Gionata Boschetti, ma neanche che il caso possa essere archiviato non configurandosi reato nel testo di una canzone.

Un nome, quello di Sfera Ebbasta, tristemente legato alla tragedia della Lanterna Azzurra di Corinaldo dello scorso 7 dicembre, nella quale hanno perso la vita 6 persone e dove avrebbe dovuto esibirsi con un dj set. Proseguono infatti le indagini che vedono 10 persone iscritte nel registro degli indagati.






Questo è un articolo pubblicato il 12-01-2019 alle 16:48 sul giornale del 14 gennaio 2019 - 7444 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo, sferaebbasta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3dx





logoEV