contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Parcheggi a pagamento: in vigore la nuova tariffa A e B

2' di lettura
4092

di Giulia Mancinelli
senigallia@vivere.it


Il nuovo anno comincia con una novità. Dal 1° gennaio è infatti in vigore la mini rivoluzione della sosta a pagamento che interessa tutte le strisce blu del centro storico. La nuova disciplina è stata inserita nella manovra di bilancio per il 2019, deliberata in prima battuta dalla Giunta Comunale, e adottata dal Consiglio Comunale a seguito dell'approvazione del bilancio di previsione generale.

La novità, scattata dal 1 gennaio ma di fatti in vigore da ieri perchè primo giorno feriale del nuovo anno, riguarda tutti i parcheggi a pagamento del centro storico. La piccola rivoluzione riguarda il fatto che per la prima volta le tariffe delle strisce blu sono state divise in due categorie: la tariffa A e a tariffa B e questo con la finalità di “disincentivare in alcune aree la sosta prolungata”. Altro elemento di novità rappresenta il fatto che per tutti è prevista la prima mezz'ora di sosta gratuita.

Nel dettaglio, la tariffa A, prevede la possibilità di una sosta minima da 10 centesimi per proseguire poi con una tariffa oraria di 1 euro oltre la sosta iniziale. Il pacchetto per la sosta da 8 giorni costa 20 euro e avverrà attraverso le schede prepagate o con esposizione del tagliandino del parchimetro mentre il pacchetto per la sosta da 22 giorni costa 55 euro. La Tariffa B invece prevede solo la possibilità di pagare per frazioni di ora partendo da 10 centesimi con una tariffa oraria sempre di un euro. La tariffa B è applicata nelle strisce blu strettamente vicine al corso II Giugno e all'area pedonale mentre la tariffa A è valida per il restante centro storico e per la zona dello stadio.

La sosta a pagamento in tutte le strisce blu del centro storico sono attive, come sempre, nei giorni feriali dalle 8,30 alle 19,30. Per quanto riguarda i primi 30 minuti di sosta gratuita, da ieri l'agevolazione è valida per tutti e non più solo per chi pagava tramite l'applicazione MyCicero.



Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2019 alle 23:35 sul giornale del 03 gennaio 2019 - 4092 letture