contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Argomenti 2000 sostiene la candidatura alla segreteria nazionale del PD di Nicola Zingaretti

1' di lettura
806

da Argomenti 2000
www.argomenti2000.it


Argomenti 2000 sostiene la candidatura di Nicola Zingaretti. Allineanti alla linea nazionale, la sezione di Senigallia e il circolo regionale dicono si alla proposta romana.

Proprio a Roma i referenti regionali insieme al coordinatore nazionale Ernesto Preziosi hanno incontrato il candidato alla segreteria nazionale del PD Nicola Zingaretti. "Un incontro molto positivo e fruttuoso in cui si è provato a delineare i contorni del PD che vorremmo veder uscire da questo congresso. Innanzitutto un partito inclusivo. Molti sono fuori dal Pd. C’è un popolo di competenze e di sensibilità che è disperso, frammentato - spiega Ilaria Ramazzotti, coordinatrice Argomenti 2000 Marche- L'obiettivo deve essere riaggregare. Ricostruire una cultura politica che faccia sentire parte di qualcosa, capace di ascolto e coinvolgimento."

La ricetta l'ha svelata lo stesso Zingaretti "Con un Pd diverso, per costruire una nuova alleanza azzerando le attuali forme politiche. Anche la nostra. Dobbiamo saper includere e valorizzare come Pd le forze produttive, le energie popolari e sociali, il mondo cattolico, di cui argomenti 2000 è un'espressione in una forma-partito radicalmente democratica, capace di conciliare una forte leadership collegiale e decisioni dal basso".Un partito attento ai giovani, come spiega il coordinatore nazionale Ernesto Preziosi "Noi dobbiamo pensare alle nuove generazioni. Di più: dobbiamo imparare da loro. In Italia c’è un’enorme questione giovanile, che la politica neanche riesce a vedere. Forse è la prima volta nella storia che la nuova generazione ha tanto da insegnare a quella precedente. I nativi digitali rappresentano un’opportunità, anche per i “padri analogici”. Non possiamo accettare questo spreco di energie e talenti".



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2018 alle 09:35 sul giornale del 20 dicembre 2018 - 806 letture