contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

"Oltre i tabù": mostra di Antonio Delle Rose e Paolo Monina presso lo Spazio Arte

1' di lettura
322

da Fondazione A.R.C.A.
www.fondazionearca.org


Sulla scia degli obiettivi che la Fondazione ARCA porta avanti, la fondazione ha deciso di dedicare una mostra antologica sul tema del dolore e della sofferenza, interpretati dai due artisti Antonio Delle Rose e Paolo Monina attraverso la rappresentazione di fiori.

Il tema dei fiori è ispirato a Gina Pane, artista francese che lavorò sul concetto di amore come esperienza di amara disperazione.
Le parole di Andrea Carnevali, curatore della mostra, sono le seguenti: "... . La sofferenza, che può essere legata ad un sentimento forte, fu da lei affrontata in una sorta di performance dal titoloAzione sentimentale (1973) allestita presso la Galleria Diaframma di Milano.

Il progetto espositivo dello SpazioArte è stato sviluppato tenendo in considerazione i lavori degli anni ’80 quando l’artista non ha più utilizzato il suo corpo nelle installazioni, ma ha incominciato ad accostare materiali differenti, facendo emergere dal suo lavoro la sofferenza fisica e morale da cui lo spettatore tendeva a scappare. Un interessante articolo del 2009 di Salvatore Maresca Serra ha aperto una riflessione sul dolore e sul pensiero negativo come evoluzione della filosofia di Shopenhauer. Ragionando su questo tema, Antonio Delle Rose e Paolo Monina hanno voluto esplorare nuove forme di ricerca in cui l’intervento artistico possa dare delle risposte alla vita di tutti i giorni, ossia al superamento dell’isolamento della malattia, del dolore oppure dell’esclusione sociale. L’arte cerca di correggere la paura di poter sbagliare, imponendo a se stessi dei divieti forti che diventano tabù."

Si ringraziano anche gli stakeholders quali Libreria Sapere ubik e Uliassi.
Per informazioni prego contattare lo SpazioArte negli orari di apertura indicati sul sito www.fondazionearca.org.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2018 alle 11:06 sul giornale del 22 novembre 2018 - 322 letture