Fossombrone, un arresto e due denunce per spaccio, recuperato oltre un etto di sostanze stupefacenti

Fossombrone, un arresto e due denunce per spaccio, recuperato oltre un etto di sostanze stupefacenti Senigallia 20/11/2018 - Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Pesaro, nell’ambito delle linee guida del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per la prevenzione e repressione del degrado urbano, per tutto il pomeriggio, la serata e fino a notte fonda di sabato scorso ha attuato nelle aree maggiormente sensibili di Fossombrone tra cui il Parco Carloni, i giardinetti delle piazze Dante e Togliatti il corso Garibaldi ed i suoi vicoletti, un servizio di controllo straordinario del territorio.

Sedici carabinieri supportati da un’unità cinofila antidroga del nucleo carabinieri cinofili di Pesaro hanno identificato un centinaio di persone, controllato decine di auto ed alcuni dei locali più in voga della movida forsempronese e passato al setaccio i luoghi all’aperto di maggior ritrovo dei giovani dove numerosi cittadini avevano segnalato lo spaccio ed il consumo di droghe. Nelle maglie del dispositivo sono incappati ben tre spacciatori al minuto di stupefacenti.

E.D.F., cinquantasettenne carpentiere forsempronese, è stato arrestato per detenzione e spaccio di marijuana. Nella sua abitazione del centro storico il fiuto infallibile del pastore tedesco Yago ha scovato, abilmente occultati, alcuni barattoli sottovuoto in cui lo spacciatore custodiva oltre un etto di marijuana ed un grammo di cocaina. Lungo il corso Garibaldi una pattuglia in borghese ha sorpreso T.T., trentacinquenne albanese detto Tony e volto noto dei carabinieri locali, subito dopo aver spacciato ad un cliente del posto una dose di cocaina; sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di un’altra dose di cocaina e di 260 € in contanti ritenuti provento di altre cessioni. Infine al parco Carloni un minore è stato trovato in possesso di 5 grammi di marijuana ed uno di hashish, un bilancino di precisione e decine di euro in banconote di piccolo taglio probabile provento di pregresse cessioni. Al giovane è stato ritirato il patentino e sequestrato il suo piccolo furgoncino Ape.

E.D.F. ha trascorso il fine settimana in stato di arresto presso la sua abitazione e lunedì mattina è stato condotto dinanzi al giudice del Tribunale di Urbino che oltre a convalidare l’arresto, gli ha applicato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione ai carabinieri della stazione di Fossombrone per 3 volte alla settimana.

La lunga serie di interventi dei carabinieri nel tessuto sociale di Fossombrone partiti a fine 2017 con l’operazione “Circoli Viziosi” e ripetuti a più riprese nel corso di quest’anno con numerosi arresti e diversi etti di cocaina sequestrati nonché l’identificazione di decine di assuntori, ha portato alla luce il vasto spaccio al minuto di stupefacenti e la notevole e crescente platea di consumatori di età, sesso ed estrazione sociale quanto mai variegato.







Questo è un articolo pubblicato il 20-11-2018 alle 00:36 sul giornale del 20 novembre 2018 - 338 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresto, fossombrone, spaccio, sostanze stupefacenti, denuncia in stato di libertà, articolo, antonio mancino





logoEV