contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > SPORT
articolo

Il punto sul campionato di serie A: sfida ai vertici nel mese di dicembre

3' di lettura
101

di Redazione


Il campionato di serie A si ferma per dare spazio alla Nazionale di Roberto Mancini, ma non prima di evidenziare un netto distacco tra la Juventus primatista, il Napoli che insegue a -6 e tutte le altre che non tengono il passo di queste due formazioni.

L’Inter dopo il passo falso contro l’Atalanta di Gasperini a Bergamo, dovrà ricompattarsi e dimostrare di non aver subito il colpo, ma ci saranno anche gli impegni in Champions a dare morale ai nerazzurri. Escono ridimensionate anche la Lazio di Simone Inzaghi, fermata dal Sassuolo di De Zerbi e naturalmente il Milan di Gattuso, alla sua terza sconfitta di campionato. Sempre più distanziata tiene botta la Roma di Eusebio Di Francesco, che forse torna a rivedere la luce e un possibile piazzamento in zona Champions non ancora sfumato, visto che siamo solo al 12esimo turno di campionato. L’Atalanta ritrova una certa continuità di risultato, dopo un avvio di stagione da dimenticare, mentre è difficile capire che tipo di campionato stanno disputando squadre come Sampdoria, Fiorentina e Torino, che alternano buone prestazioni a gare impalpabili sia in termini di risultato che di gioco. La vera novità di questo campionato potrebbe quindi essere il Sassuolo di De Zerbi, che dopo aver affrontato gare estremamente complesse, contro Napoli, Juventus e Inter, potrebbe addirittura migliorare il proprio piazzamento in termini di classifica, chiedendo magari strada proprio a quelle che a inizio campionato erano accreditate come squadre di alta classifica come appunto, Roma e Milan. Le statistiche impongono una riflessione che potrebbe determinare le scommesse e quote calcio su questo sito per quanto riguarda le prossime gare del campionato di serie A, che vedono ad esempio l’Inter di Spalletti non esce certo ridimensionata, anzi torna a essere una squadra semplicemente non imbattibile, dopo ben 7 risultati positivi, ma il sorprendente Napoli di Carlo Ancelotti vince e convince, spesso in rimonta e dimostrando di non aver perso le qualità che avevamo già imparato a conoscere durante le passate stagioni quando alla guida del club azzurro c’era Maurizio Sarri.

Se ci sarà veramente battaglia in testa alla classifica, lo si dovrà anche grazie al Napoli, nonostante a inizio stagione fosse data come una squadra flop, ridimensionata a fronte di una campagna acquisti non eccezionale e del cambio di allenatore che poteva dare meno sicurezza all’organico. Qualche incertezza, specialmente durante i primi 3 turni di campionato c’è stata, ma il Napoli ha saputo ribaltare con personalità i problemi difensivi, dimostrando di essere leggermente inferiore rispetto alla Juventus, ma non così lontana dalla testa della classifica. E’ ancora presto dire come terminerà questo campionato, visto che i bianconeri sono ancora imbattuti, ma lo scorcio finale del girone d’andata potrebbe regalare alcune sorprese, specialmente viste le gare che restano da giocare, solo per citare tra la 15esima giornata e la 18esima: Juventus-Inter, Juventus-Roma e Inter-Napoli, tre importanti sfide che potrebbero ridisegnare la testa della classifica o confermare quella attuale. La Juventus fino a questo momento ha dimostrato sia in campionato che in Champions di poter vincere tutte le gare davvero importanti, c’è da vedere come si comporteranno invece le altre, specialmente Inter e Napoli, chiamate a giocarsi tutto per restare quantomeno in scia della prima della classe.



Questo è un articolo pubblicato il 16-11-2018 alle 15:28 sul giornale del 16 novembre 2018 - 101 letture