contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

"La biblioteca vivente, contro ogni discriminazione” appuntamento dell'associazione Le Rondini

3' di lettura
435

dall'associazione culturale La Rondine


L’associazione Le Rondini Onlus organizza per sabato 17 novembre alle ore 17.00, presso la sua sede di piazza Garibaldi 1 a Senigallia, un evento dal titolo “La biblioteca vivente, contro ogni discriminazione”.

L’incontro fa parte del progetto “Talk! Comunità in dialogo”, finanziato dall’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) che è l’ufficio deputato dallo Stato italiano a garantire il diritto alla parità di trattamento di tutte le persone, indipendentemente dalla origine etnica o razziale, dalla loro età, dal loro credo religioso, dal loro orientamento sessuale, dalla loro identità di genere o dal fatto di essere persone con disabilità. La Biblioteca vivente, Human Library, nata a Copenhagen, fu creata da un ristretto gruppo di giovani come risposta all’aggressione a sfondo razzista subita da un loro compagno nel 1993. Convinti che la comprensione fosse la pre-condizione della tolleranza, i giovani hanno fondato l’associazione “Stop The Violence”, raggiungendo in breve tempo 30.000 adesioni fra i giovani danesi. “Stop The Violence” ha messo a punto il metodo Human Library, che mette le persone di fronte ai loro pregiudizi offrendo uno spazio protetto in cui ospitare un dialogo franco ed aperto. L’iniziativa ha avuto un enorme successo, e dal 2003 è stata riconosciuta dal Consiglio d’Europa come buona prassi, e come tale incoraggiata. Da allora è stata esportata in tutto il mondo con grande successo.

I soggetti che compongono il partenariato sono: la Cooperativa Stellaria, Tandem Associazione Interculturale, Free Woman Onlus, L’Africa Chiama, Gruppo Umana Solidarietà GUS, con il patrocinio del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza – Ombudsman delle Marche e con il finanziamento del Dipartimento per le Pari Opportunità – Ufficio per la promozione della parità di trattamento.

Tra queste, come ente partner c’è anche il centro interculturale Le Rondini, che opera a Senigallia quotidianamente attraverso un’attività di doposcuola per bambini e lezioni di lingua italiana, laboratori di taglio e cucito, incontri formativi per le famiglie coinvolgendole attivamente nel tessuto sociale, come in questa occasione.

L’evento “La biblioteca vivente, contro ogni discriminazione” sarà un’opportunità per conoscere alcune storie di discriminazione, non solo etnica, ma anche legata alla disabilità e di genere, che i diretti interessati proporranno sotto forma di racconto, come dei libri viventi, ognuno con il suo titolo. I lettori possono prendere i libri che vogliono, l’aspetto che rende unico questo genere di biblioteca è che il libro parla. I libri infatti sono persone, disponibili a raccontare le loro storie vere, “vive”. I libri non sono attori, non recitano, né simulano, ma raccontano semplicemente se stessi.

Il tutto verrà proposto in modo stimolante, con possibilità di interazione tra i presenti. In linea con gli obiettivi dell’UNAR e del progetto “Talk! Comunità in dialogo”, l’incontro, a cui tutta la comunità è invitata a partecipare, vuole essere un momento di condivisione, di integrazione e di riflessione. Il confronto con la diversità, proposta anche in chiave positiva, può rappresentare infatti un momento di crescita per tutti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2018 alle 10:04 sul giornale del 14 novembre 2018 - 435 letture