Trecastelli: Peverelli, "Sicurezza sugli scuolabus, bocciata la mozione"

31/10/2018 - Con motivazioni, a dir poco, irricevibili, la maggioranza consiliare di Trecastelli, in quota al partito democratico, è stata in grado di bocciare una mozione di ampio buon senso e volta unicamente a prevenire episodi che avrebbero potuto minare la sicurezza degli alunni durante il trasporto scolastico.

Ciò che avevo chiesto ai miei colleghi in Consiglio Comunale- durante la seduta di martedì 30.10.18, si sostanzia nella presenza costante, all’interno di tutti i pulmini scolastici, di un accompagnatore aggiuntivo che consentisse all’autista di condurre il mezzo scolastico con la dovuta attenzione, e che lo coadiuvasse nel controllare il comportamento degli alunni durante il tragitto.

Un provvedimento, quello portato all’attenzione del Consiglio Comunale, diretto a produrre un effetto deterrente riguardo ad episodi ben poco edificanti, così come raccontati da alcuni genitori, che si sarebbe potuto adottare impegnando una spesa minima anche ricorrendo all’ausilio di volontari.

La proposta è stata incredibilmente bocciata dalla maggioranza e le parole proferite dall’ assessore alla scuola Francesca Gregorini hanno lasciato attoniti e basiti.

In buona sostanza, secondo la suindicata vice sindaco, il problema non sussiste poiché i bambini che arrecano disagi sono sempre gli stessi(sic!) ed in tali casi le famiglie vengono convocate per affrontare il problema; gli autisti non si sarebbero mai lamentati e l’amministrazione interverrà tutte le volte in cui si dovessero presentare delle criticità; la mozione comporterebbe un impegno di spesa non necessario. Queste le motivazioni.

In altre parole, è stato apertamente rigettato l’aspetto legato alla PREVENZIONE di possibili episodi infausti correlati alla sicurezza degli alunni, sia per un problema di carattere economico sia per l’ asserita insussistenza del problema,(per compiuta informazione, la presenza stabile di un accompagnatore è prevista, come da contratto con la società appaltatrice del servizio di trasporto scolastico, SOLO per gli alunni frequentanti la scuola dell’infanzia).

Sono dell’avviso che un’amministrazione che sia disposta a spendere circa 1.800 € per confezionare un sevizio televisivo sul nuovo plesso scolastico e circa 5.000 € per la realizzazione di un servizio televisivo propagandistico sull’attività istituzionale, anteponendo irricevibili veti di carattere economico sulla sicurezza di cittadini appartenenti alle fasce più deboli, offra un pessima immagine di sé, e comprovi- ancora una volta- la propria inadeguatezza e la lontananza dai problemi reali che attingono la nostra comunità.

Non nascondo la mia personale indignazione, poiché ritenevo che la mozione presentata meritasse, in nome del buon senso e del buon governo, il placet unanime del Consiglio Comunale, pur dovendo registrare il voto favorevole di due consiglieri di maggioranza che, a fine mandato e con le elezioni comunali alle porte, dà la sensazione di una precisa volontà di “smarcarsi” da un partito (quello democratico) politicamente agonizzante. Verrebbe da dire: Troppo tardi!

Si trascrive di seguito in testo integrale della mozione.

“C.A. SIG. SINDACO E ASSESSORE COMPETENTE

Allo scrivente consigliere è giunta segnalazione, da parte di alcuni genitori, di determinate problematiche legate alla sicurezza degli alunni frequentanti la scuola primaria di Monterado. In particolare, i genitori lamentano l'assenza di un accompagnatore(ovviamente aggiuntivo rispetto al conducente) durante il trasporto scolastico degli alunni, soprattutto nella fase di andata.
Detta assenza, da quanto riferitomi, ha dato origine a situazioni di possibile pericolo per gli scolari( soprattutto per i piu' piccoli), atteso che il conducente non è in grado di verificare con assoluta certezza se l'alunno, una volta fatto ingresso nello scuolabus, abbia preso posto prima che il pulmino riparta per recarsi al plesso o alla fermata successiva.
La presenza dell'accompagnatore, peraltro, risulterebbe molto utile al fine di prevenire o sedare eventuali intemperanze o l'eccessiva vivacità di qualche alunno che potrebbero disturbare la guida del conducente o mettere a repentaglio la sicurezza di altri alunni.

Sono, pertanto, a richiedere, se all'interno degli scuolabus sia prevista la presenza costante di un accompagnatore e, in caso di risposta negativa, si chiede che Sindaco e Giunta si impegnino, con riferimento al presente anno scolastico(2018-2019), e quindi con la massima urgenza, ad assegnare su tutti i pulmini in dotazione della Conero bus Service srl(società appaltatrice del servizio di trasporto scolastico a Trecastelli) un accompagnatore per le suesposte motivazioni”


da Nicola Peverelli
consigliere comunale Trecastelli ai Cittadini




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-10-2018 alle 10:27 sul giornale del 02 novembre 2018 - 1143 letture

In questo articolo si parla di politica, trecastelli, Nicola Peverelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZWI





logoEV