Vaccini alla bimba operata al cuore: diffidata la Asur. Paradisi: "Pronti ad impugnare le sanzioni illegittime"

roberto paradisi Senigallia 24/10/2018 - A nome della famiglia della bimba operata al cuore che ha ricevuto la diffida a vaccinarsi immediatamente presso il Dipartimento di igiene e prevenzione dell’azienda sanitaria, ho provveduto a mia volta a diffidare la Asur Marche a fornire ai genitori una certificazione scritta degli specialisti, con parere motivato, che non vi siano controindicazioni per la salute della bimba legate all’intervento chirurgico subito.

Senza tale certificazione la famiglia, alla quale è stata minacciata - pur in presenza delle cartelle cliniche relative all’intervento cardochirurgico - la pesante sanzione amministrativa e le conseguenze legate alla mancata vaccinazione (pertanto con possibile esclusione dell’ammissibilità al nido comunale), non potrà valutare consapevolmente quale sia la scelta migliore che tuteli la salute della bimba. Ho formalmente ricordato alla Asur che la stessa legge 119/2017 prevede l’esclusione dell’obbligo vaccinale o il suo differimento in caso di possibili pericoli per la salute del minore.

Tale accertamento deve essere serio e rigoroso, tanto più in presenza di una bimba in tenera età che ha da poco subito un delicato intervento chirurgico al cuore. In questo quadro, è del tutto evidente che ogni eventuale sanzione comminata - o un qualsiasi provvedimento che dovesse prevedere l’esclusione della bimba dal nido (provvedimento a cui non crediamo in quanto certamente i Servizi Sociali sono perfettamente in grado di valutare il caso specifico senza alcun accanimento ideologico) - non potrà che considerarsi illegittimo e pertanto sarà impugnato di fronte alle autorità competenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2018 alle 14:54 sul giornale del 25 ottobre 2018 - 2499 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, attualità, avvocato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZIV





logoEV