Macerata: spaccio vicino alla scuola, denunciato uno straniero senza fissa dimora

polizia 113 17/10/2018 - Proseguono incessanti i controlli della Polizia vicino alle scuole e nelle zone più sensibili ed esposte a criminalità.

Uno dopo l’altro, si susseguono gli interventi volti a liberare la città da tutte le situazioni di pericolo e di criminalità, specie nel contrasto al narcotraffico.

Ed infatti, anche questa volta i poliziotti della Questura di Macerata hanno dato un altro “scacco” alla criminalità, in modo particolare a quella straniera dedita al traffico di stupefacenti.
Nelle prime ore del pomeriggio di martedì, infatti, un agente della squadra mobile aveva notato uno strano andirivieni di persone nelle vicinanze del parco cittadino posto tra Via Piave e Via Isonzo, individuando una persona sospetta.

Si tratta di un uomo di nazionalità straniera, senza fissa dimora, piu’ volte controllato dalla Polizia che ha scelto come proprio domicilio i Giardini pubblici di Largo Isonzo, dove peraltro alcuni residenti, giornalmente, portano all’uomo viveri. Nonostante le ripetute diffide ad allontanarsi da quei giardini destinati ai bambini di quella zona, D.A., non si limitava a permanere in quei giardini, ma lucrava spacciando droga davanti alle scuole.

Ed infatti, nella giornata di martedì, alle ore 17.30, lo straniero è stato visto armeggiare vicino la panchina del parco. I poliziotti, in borghese, appostati su una casa vicina e su una stradina prospiciente, senza farsi notare hanno deciso di entrare in azione.

Sono riusciti così ad avvicinarsi all’uomo che, insospettito e compreso di non avere più vie di fuga, si é liberato di un sacchetto di plastica gettandolo nella vegetazione, dandosi a precipitosa fuga.

Con uno scatto repentino, il malvivente è riuscito a lasciare il parco cittadino, confidando di averla fatta franca. Ma non aveva fatto i conti con i poliziotti della Squadra Volante che erano lì pronti a catturarlo. Una volta accerchiato tra i poliziotti in divisa e quelli in borghese, trovatosi oramai in trappola, ha desistito dalla fuga.

Al termine dell’attività sono state rinvenute 5 dosi di hashish pronte allo spaccio. Il malvivente è stato denunciato per detenzione a fini di spaccio con l’aggravante di aver agito nelle prossimità di una scuola, condizione che gli comporterà un aumento notevole della pena.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2018 alle 14:36 sul giornale del 18 ottobre 2018 - 354 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, redazione, Sara Santini, articolo