Paga il rifornimento con monetine, il benzinaio si infuria e minaccia il cliente con una pistola

carabinieri senigallia 16/09/2018 - Una scena di pure follia quella che si è consumata in un'area di rifornimento della statale sud, all'altezza del Ciarnin.

Un automobilista, dopo aver effettuato il pieno, doveva pagare un importo complessivo di 9,72 centesimi. Il cliente a quel punto ha dato al benzinaio una banconota da 20 euro e 72 centesimi in monetine. Il benzinaio è andato su tutte le furie e ha scagliato le monetine contro il cliente. A quel punto è nato, comprensibilmente, un alterco tra l'automobilista, un anconetano di 49 anni, e l'addetto alla pompa, un 65enne, di Senigallia, residente in periferia.

d un certo punto il benzinaio ha estratto una pistola e l'ha puntata contro il cliente minacciandolo di andarsene. L'automobilista, sotto shock, è scappato chiamando di carabinieri. I militari, giunti sul posto, hanno perquisito il benzinaio trovandolo in possesso di una pistola scacciacani con otto cartucce caricate a salve più altre 38 munizioni riposte in ufficio. L'arma e le munizioni sono state sequestrate e il benzinaio è stato denunciato per minacce aggravate.





Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2018 alle 09:54 sul giornale del 17 settembre 2018 - 8961 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYpP





logoEV