Sante Fabrizi: "L'assessore Monachesi diserta gli appuntamenti con i cittadini, ma io insisto"

2' di lettura Senigallia 10/08/2018 - Vorrei raccontare quanto accaduto qualche giorno fa. Sono un ex commerciante e ho svolto questo lavoro per oltre 50 anni, sempre nel centro storico di Senigallia. Ora non esercito più ma sono sempre impegnato nel settore del commercio.

Vista la situazione in cui versa il commercio nel centro storico di Senigallia, e non solo, in cui quasi giornalmente si verifica la chiusura di negozi anche storici, (in particolare dopo l'eliminazione dei parcheggi in piazza Garibaldi, che impedisce l'arrivo di persone in centro, soprattutto le tante dell'entroterra), nei primi giorni di agosto decido di parlarne con qualche assessore che sicuramente conosce la situaizone del centro storico. Decido di rivolgermi al signor Enzo Monachesi, con il quale ho un po' di conoscenza da tempo. Vado nel suo posto di lavoro, uno stabilimento balneare, e gli chiesdo di poter fare una chiacchierata. Giustamente per avere più tempo a disposizione mi invita a prendere un appuntamento in Comune presso la sua segretaria. Ci salutiamo e io mi reco nel suo ufficio per prendere l'appuntamento, fissato per il giorno 8 agosto alle 10.

Visto che mancavano ancora dei giorni iniziai a parlarne con alcune persone, tra cui commercianti, e ognuno mi ha suggerito di fare domande specifiche che io ho assicurato avrei posto all'assessore riportando poi le risposte ricevute durante l'incontro. Arrivato il giorno dell'appuntamento sono andato in Comune. Chiedo alla segretaria dove poter aspettare e mi accomodo. Alle ore 10.10 nessuno si presenta, ore 10.15 la segretaria prova a chiamare l'assessore al telefono, ma nessuno risponde. Alle 10.30 prova a richiamare e a questo punto risponde la moglie dicendo di non sapere dove sia il marito. A questo punto me ne vado lasciando detto che se l'assessore fosse arrivato avrebbero potuto avvisarmi dopo aver lasciato il numero di telefono alla segretaria. Decido quindi di recarmi di nuovo sul posto di lavoro di Monachesi. Lui non era presente ma mi è stato detto che era andato a fare spesa.

Quali sono a questo punto le risposte che io avrei dovuto dare alle persone che mi hanno fatto portavoce rispetto all'incontro con Monachesi? L'assessore ha preferito fare la spesa piuttosto che presentarsi ad un appuntamento già stabilito. I cittadini hanno il diritto di essere rispettati.






Questo è un articolo pubblicato il 10-08-2018 alle 12:04 sul giornale del 11 agosto 2018 - 1978 letture

In questo articolo si parla di sante fabrizi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXrd





logoEV