x

"Spostati negro", ragazzino senigalliese vittima di razzismo in centro

2' di lettura Senigallia 31/07/2018 - Gli episodi di razzismo che sembrano moltiplicarsi in questi giorni in tutta Italia, sembrano riguardare anche Senigallia. A denunciare un episodio di xenofobia la madre di un 14enne che sarebbe stato vittima dell'episodio.

“Mio figlio 14enne tornato dal campus di Senigallia. Una sera in centro un uomo con svastica sul collo gli ha detto ‘spostati dalla porta negro’. Jo ha ubbidito e ha sempre più paura. Da padre cosa mi consigli Matteo Salvini?Non è ora di smetterla”, queste le parole sui social della donna che ha raccontato l'accaduto.

Il post è stato commentato da diversi utenti su Twitter e condiviso dalla Segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, che ha commentato: "Mi vergogno, mi scuso e provo una grande angoscia a leggere una cosa del genere. Non può e non deve rimanere un gesto privo di conseguenze", ha commentato.

Il post della Segretaria di Possibile, è stato commentato da diversi persone che hanno espresso solidarietà al ragazzino, condanna del gesto, "Pensavo che queste cose fossero superate. Per quanto riguarda il mio paesino sino ad una decina di anni fa non credo di aver mai sentito insulti razzisti o omofobi. Le persone ora danno il peggio di sé. O prima si era migliori o vivevo in un mondo di silenziosi ipocriti. I social hanno sdoganato il peggio di noi", ha scritto qualcuno.

Non sono però mancate voci di dissenso, di persone che hanno ritenuto l'episodio come singolo e non allarmante dal punto di vista sociale: "Da Padre, mi dispiace infinitamente per l'accaduto specialmente nella città in cui vivo. Ma non bisogna strumentalizzare tutto questo Beatrice Brignone nn si può sempre fare di tutta l'erba un fascio se c'è qualcuno ancora oggi così ignorante è perchè i media hanno battuto il ferro su questi punti sbagliati generalizzando ed estrapolando situazioni negative per far più notizia e comunque distanti dalla gente normale. Io in giro vedo solo rabbia per una politica sbagliata che ha portato il popolo solitamente solidale a prendersela con le persone che non c'entrano niente. Con tutto questo non giustifico in alcun modo questi gesti, mi dà fastidio solo il fatto che si parli solo di notizie che fanno scalpore ma non delle belle notizie! Quelle che tutti i giorni accadono nella nostra Città".








Questo è un articolo pubblicato il 31-07-2018 alle 09:27 sul giornale del 01 agosto 2018 - 4269 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aW8z





logoEV
logoEV
logoEV