statistiche accessi

Tartaruga marina recuperata sulla spiaggia di velluto, domenica il rilascio dopo le cure

1' di lettura Senigallia 24/07/2018 - Fondazione Cetacea domenica 29 luglio 2018 rimetterà in mare una tartaruga ai Bagni Sandra 32 in collaborazione con la Capitaneria di Porto.

BEATRICE, questo il nome della piccola Caretta caretta spiaggiata a Senigallia lo scorso 23 marzo in ipotermia, è solo una delle 6 tartarughe vive recuperate fortemente debilitate fra il 22 e il 24 marzo scorsi proprio a Senigallia, quando uno spiaggiamento di massa ha interessato tutta la costa da Ravenna ad Ancona probabilmente a causa dell’improvviso abbassamento della temperatura del mare e delle mareggiate, mobilitando una rete di soggetti in primis Capitaneria di Porto e volontari nel recupero degli animali in difficoltà. Il rilascio è all'interno del progetto europeo Tartalife+, finanziato dalla Commissione Europea attraverso il fondo LIFE+ NATURA 2012 e coordinato dal CNR-ISMAR di Ancona, che ha lo scopo di ridurre la mortalità delle tartarughe marine sulle coste italiane.

Questa tartaruga, come gli altri numerosi esemplari in difficoltà rinvenuti sulle coste di Emilia Romagna e Marche, è stata ricoverata al Centro di Recupero Cura e Riabilitazione delle Tartarughe marine di Riccione, dove le sono state prestate le cure necessarie e si è ripresa completamente... ed ora è pronta per tornare in mare!

L’appuntamento è verso le 10 per un momento divulgativo dove grandi e piccini potranno conoscere Beatrice ai Bagni Sandra 32, lungomare Mameli, prima del suo ritorno in mare che avverrà a 3 miglia dalla costa accompagnati dal gommone della Capitaneria di Porto. Il rilascio potrebbe saltare in caso di meteo sfavorevole.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2018 alle 09:44 sul giornale del 25 luglio 2018 - 846 letture

In questo articolo si parla di attualità, tartaruga marina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWTP





logoEV
logoEV
logoEV