statistiche accessi

Urtata da un ciclista contromano cade a terra: "La strada non è un gioco, bisogna rispettare le regole"

2' di lettura Senigallia 13/07/2018 - È caduta dalla bicicletta dopo uno scontro con un altro ciclista, in centro. La donna è finita a terra mentre l'uomo che stava procedendo contromano sulle due ruote, si è allontanato. La donna, ferita, ha deciso di raccontare l'accaduto con l'intenzione di sensibilizzare gli altri ciclisti al rispetto delle regole.

"Volevo riportate quanto mi è accaduto sabato 7 luglio scorso lungo via dei portici Ercolani - racconta la lettrice - verso le 18 mi stavo recando in bicicletta verso il centro quando lungo i portici all’altezza del Macondo un signore, in bicicletta anche lui, attraversa la strada e si immette in mezzo alla strada contromano. Nel giro di un attimo me lo sono ritrovata all’improvviso davanti, abbiamo cercato di evitarci ma nella manovra ci siamo sfiorati e io sono caduta battendo fortemente la testa sull’asfalto.

Dei ragazzi lì seduti al bar sotto i portici mi hanno assistita e quando mi sono un attimo ripresa ho chiesto dove fosse il signore che mi ha urtata, ma i ragazzi hanno risposto che non lo sapevano, che lì non c’era. Allora io mi chiedo come è possibile che un signore, anche abbastanza maturo, avrà avuto più di 40 anni, non si sia fermato a chiedermi se mi fossi fatta male!
Mentre ero per terra in mezzo alla strada mi son toccata la testa e ho sentito un bel bernoccolo, quanto una pallina da tennis. Sono andata un po’ in panico e i ragazzi, gentilissimi, hanno chiamato l’ambulanza.

Codice giallo, andiamo in ospedale, tac e risultati. Trauma cranico con due petecchie di emorragia. Sono stata in osservazione in ospedale per 3 giorni. 20 giorni di prognosi.
Tra 15 giorni devo tornare per un’altra tac. Per una settimana non riesco andare al lavoro. Ho il collo e la schiena a pezzi. Tutto ciò per uno stupido incidente in bici. Tutto ciò perché un signore se ne stava contromano in strada. Sembra una sciocchezza eh. Cosa sarà mai fare il lungofiume contromano? L’ho raccontato io cosa è stato. Spavento, Rabbia, Dolore. Ecco cosa è. In più anche il dispiacere di non essere stata soccorsa da chi avrebbe dovuto più di tutti interessarsi.

Io non so chi sia questo signore. Ma vorrei venisse a sapere che per una sua “stupidaggine” qualcuno ha rischiato grosso.
Vorrei le persone riflettessero un attimo sul fatto che la strada non è un gioco e anche la bicicletta è un mezzo ed è pericoloso. Che non posso fare come vogliono. Che non è uno scherzo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-07-2018 alle 11:12 sul giornale del 14 luglio 2018 - 5883 letture

In questo articolo si parla di attualità, lettrice Vs

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWzg





logoEV
logoEV
logoEV