statistiche accessi

Il Comitato: "Gastroenterologia, chiusura temporanea o a doppia mandata?"

comitato cittadino per la difesa ospedale di Senigallia 3' di lettura Senigallia 03/07/2018 - Probabilmente riavutosi dallo stupore e dal fragore del Caterraduno, evento sempre di grande successo per l’afflusso di turisti provenienti da tutte la parti d’italia, il Sindaco Mangialardi, riunito d’urgenza lo Staff Sanitario dell’Area Vasta 2 composto dal Dr.Volpini, dal Dr. Girolametti, dall’Ing. Bevilacqua, e dal Dr. Mancinelli ha prodotto un comunicato, alla presenza del Dr. Brunelli, che secondo lui tranquillizzerebbe i cittadini senigalliesi.

Dopo lo stupore e la sorpresa ecco che, come nelle favole, tutto finisce bene, dice il Sindaco. Ma questa è una favola che finisce male per i cittadini, per i turisti e per tutti coloro che necessitino della sanità del nostro Ospedale, ormai ridotto ai minimi termini. Il Sindaco nel comunicato dice ai cittadini di stare tranquilli perchè sono stati mantenuti i LEA ( livelli essenziali di assistenza).

Vorremmo proprio vedere che nel 2018 non si mantenessero i livelli essenziali per dare dignità e assistenza alle persone malate, dopo che si è vantato, a sproposito dicono i cittadini, che la Sanità delle Marche è tra le migliori d’Italia!! L’altra cosa che dice è la difficoltà emersa su scala regionale per reperire medici gastroenterologi, e che quindi non è colpa loro, ma del destino cinico e baro diciamo noi, se non ci sono quei professionisti a disposizione per il nostro nosocomio.

Quello però che non esplicita è che il problema del “reclutamento”, termine militaresco adottato dalla DMO che dà anche l’idea del clima ospedaliero, è dovuto agli atti adottati dall’Ing. Bevilacqua in Area Vasta 2, che sono stati fatti in passato sempre per INCARICO semestrale e non con modalità di ASSUNZIONI a tempo indeterminato. Ora che vorrebbero assumerli non li trovano più perché i gastroenterolgi sono attratti da altre strutture sanitarie più sicure e più performanti.

Ma questo non è un caso isolato, sappiamo che riguarda molti altri Reparti in carenza di personale per gli stessi motivi. A Fano, nel Polo Gastroscopico inaugurato dal Dr. Volpini nel 2017, ne sono già stati assunti 4 e il quinto è in arrivo, mentre da noi SE NE VANNO. Le attrezzature del Polo Gastroscopico di Fano sono state rinnovate totalmente e inaugurate sempre dal Dr Volpini per una spesa di 5 milioni e 300 mila euro.

A Senigallia ZERO. Sig. Sindaco la vede la differenza? Ma soprattutto lei evita il problema e non spiega in maniera circostanziata, ma ormai siamo abituati, ma non fessi, perchè i 12 posti letto della Gastroenterologia non ci sono più e perché è stato chiuso il Reparto che era il riferimento dell’Area Vasta 2, l’unico che avevamo. Noi una risposta l’abbiamo a tutto, ma aspettiamo una sua replica per informare i cittadini sulla verità dell’azione svolta in silenzio e nel trambusto cittadino del Caterraduno. Sig. Sindaco, se per la Risonanza Magnetica che non c’è, Lei si è detto furioso con l'Asur dopo il servizio di Striscia, "Trattati come una città del Terzo Mondo", ora senza la Gastroenterologia pensa che siamo risaliti o retrocessi di “un mondo”??






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-07-2018 alle 22:33 sul giornale del 04 luglio 2018 - 468 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWfN





logoEV
logoEV
logoEV