statistiche accessi

Lega: "Sindaco irriverente", Da Ros scrive a Salvini

3' di lettura Senigallia 01/07/2018 - Che la politica sia fatta anche di sfottò e battute è normale, ben vengano, ma quando un rappresentante istituzionale si prende la libertà di scendere ad un livello squallido, offensivo e irriverente, allora no, non è più politica.

E questo è quanto è accaduto in Consiglio comunale mercoledì quando il Sindaco in uno dei suoi interventi è andato ben oltre lo sfottò e le battute lanciando una accusa gravissima, vergognosa e squallida verso una parte politica a lui non consona.

Posso capire il “momento storico” del PD, il partito del Sindaco, che è in via di estinzione ed è ora sotto l’ala protettrice del WWF, ma non posso capire e ancor meno accettare che un Sindaco, ossia il rappresentante di tutti i cittadini ed una carica istituzionale di un certo livello, possa rispondere, dopo una mia interrogazione riguardante gli “ambulanti abusivi” in spiaggia, con una simile frase: “Da Ros, se non fosse tragica per tanti aspetti, io e lei nel prossimo periodo ci divertiremmo tanto, se non ci fosse dentro la testa di qualcuno che i bambini e le bambine è meglio farli morire in mare che salvarli, ci si potrebbe divertire”.

Vede Sig. Sindaco, il mio carattere è sempre improntato a riflettere prima di parlare e in Consiglio comunale, pur rimanendo basito alle sue parole, ho preferito non risponderLe a caldo perché forse, per la prima volta, sarei stato poco educato. Ho voluto riascoltare la sua dichiarazione nel caso l’avessi male interpretata e purtroppo così non è.

Mi domando come Lei possa aver prima pensato e poi pronunciato quella frase oscena sui bambini solo perché adesso al Governo come Ministro dell’Interno c’è un uomo come Matteo Salvini che con la Lega sta cercando di mettere ordine ai disastri del suo amico Renzi e di chi lo ha preceduto. Senza volere la morte di nessuno, tantomeno dei bambini!

Lei si dovrebbe vergognare anche solo di averla pensata una simile fesseria ed è per questo che ora pretendo le Sue scuse ufficiali sia verso la mia persona, in qualità di consigliere comunale della Lega, sia verso coloro che ha calunniato pensando che possano mettere in atto quanto da Lei dichiarato.

Le comunico inoltre che ciò che ha detto in consiglio comunale è stato inviato, tramite lettera, direttamente al Ministro degli Interni Matteo Salvini per informarlo dell’episodio e lasciando a lui ogni decisione in merito alle eventuali azioni legali da intraprendere. Per conoscenza la stessa comunicazione è stata inoltrata al Senatore Paolo Arrigoni, Responsabile della Lega nelle Marche, e al Prefetto di Ancona Antonio D’Acunto.

da Davide Da Ros – Consigliere comunale e Coordinatore Lega di Senigallia e delle Valli del Misa e del Nevola
e Massimo Bello - Capogruppo della Lega al Consiglio comunale di Ostra Vetere e Responsabile comunale della Lega ad Ostra Vetere.

In pdf la lettera inviata al Ministro dell'Interno, Matteo Salvini








Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2018 alle 02:56 sul giornale del 02 luglio 2018 - 1929 letture

In questo articolo si parla di politica, lega nord, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWaa





logoEV
logoEV
logoEV