contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Tenta furto in un'officina, la Polizia arresta un pregiudicato

2' di lettura
5104

di Sara Santini
senigallia@vivere.it


Di seguito ad alcuni furti, sia in abitazioni che presso istituti scolastici della città, il personale del Commissariato di Polizia di Senigallia, addetto al controllo del territorio e del settore investigativo, in questi giorni è stato costantemente impegnato in servizi di prevenzione e contrasto.

Nel corso di tale attività, gli operatori della Squadra Volante, durante le attività di vigilanza, sono stati inviati in zona Borgo Bicchia poiché un cittadino aveva segnalato la presenza di una persona che, dopo aver armeggiato all’ingresso di una officina di ricambio gomme operante lungo la S.P. Arceviese, era riuscita ad entrare all’interno e rovistare per poi allontanarsi.

Gli agenti si sono immediatamente recati nella zona indicata avviando una puntuale ricerca e ad un certo punto, in prossimità della rotatoria con la S.P. Corinaldese, hanno notato un uomo, alla guida di un motociclo, che, alla vista degli agenti, tentava di allontanarsi.

I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato, verificando che si trattava di D.F.S., di 35 anni, noto pregiudicato per reati contro il patrimonio, di origini sudamericane, ma da tempo presente a Senigallia, il quale poco prima aveva tentato di disfarsi di un oggetto che, recuperato dagli agenti, risultava essere un lungo attrezzo metallico a punta schiacciata, volgarmente chiamato “piede di porco”.

Bloccato l’uomo, questi è stato condotto immediatamente in Commissariato, mentre altri poliziotti, con l’ausilio della Polizia Scientifica hanno effettuato gli accertamenti dove era stato visto entrare, e poi scappare, l'uomo che risultava corrispondere esattamente alla persona fermata, a brevissima distanza, dagli agenti.

Che l’autore dell’effrazione all’interno dell’officina fosse il soggetto fermato, è stato poi confermato dal cittadino che aveva visto il soggetto entrare furtivamente e poi allontanarsi. Gli accertamenti compiuti all’interno dell’immobile dove il ladro si era introdotto consentivano di verificare che egli, forzando la porta, era riuscito ad entrare in alcuni locali dell’officina e poi si era spostato all’interno rovistando dovunque, ma non riuscendo comunque ad asportare nulla.

Condotto in Commissariato il 35enne, tra l’altro in evidente stato di alterazione dovuta all’assunzione di alcool, è stato sottoposto ad alcoltest che dava esito positivo ed inoltre manifestava comportamenti aggressivi nei confronti degli agenti. Gli accertamenti sul soggetto hanno fatto inoltre emergere che lo stesso era privo di patente di guida.

Pertanto oltre ad esser tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dall’autorità giudiziaria, è stato sanzionato per violazione al Cds, per una somma pari a 5.000 euro per la guida senza patente, nonché denunciato per guida in stato d’ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale.



Questo è un articolo pubblicato il 06-06-2018 alle 15:04 sul giornale del 07 giugno 2018 - 5104 letture