Nudisti alla spiaggia di Cesano, Mangialardi rassicura: "Vigileremo"

2' di lettura Senigallia 03/05/2018 - L'arrivo della bella stagione riapre le discussioni sulla spiaggia libera di Cesano, zona spesso frequentata da nudisti, ma anche coppiette che approfittano della zona del canneto per rapporti intimi lontani da occhi indiscreti.

E così in vista dell'arrivo dell'estate i residenti tornano alla carica e chiedono più controlli: "Il problema puntualmente si ripropone sopratutto ora che le giornate si allungano e le temperature si alzano. Non si tratta di nudisti che cercano un contatto con la natura, ma di persone, spesso anziane, che cercano rapporti anche a pagamento. La mia intolleranza come cittadina non è data dai rapporti gay ma dal fatto che avvengano in maniera pubblica e indecente -afferma una residente-. E' ormai diventata una zona impossibile da frequentare anche per una passeggiata. Mi sembra incivile che non si possa far nulla. Tempo fa ho portato mio figlio a pesca e a poche centinaia di metri si intravedevano persone uscire dal canneto seminude. Anche oggi passando in zona ho visto un viavai spaventoso, addirittura la zona si è estesa arrivando anche al parcheggio dell'Ipercoop. So che il fenomeno è ormai decennale non per questo non si deve intervenire."

I residenti chiedono al sindaco Mangialardi di intervenire controllando e "garantendo la possibilità a tutti di usufruire di quel tratto di spiaggia", anche e soprattutto alle famiglie con bambini.

Il primo cittadino, dal canto suo, rassicura sul fatto che le Forze dell'Ordine vigileranno anche questa estate per evitare che situazioni spiacevoli possano verificarsi: "La segnalazione, verrà trasmessa alle Forze dell'Ordine presenti nel territorio affinchè, in collaborazione con la Polizia Municipale, si produca quell'attività di controllo che possa limitare lo svolgersi di comportamenti lesivi del decoro pubblico e della sensibilità delle persone. L'aiuto e la collaborazione delle Forze dell'Ordine è particolarmente importante per contrastare il genere di fenomeno segnalato, dal momento che tentare un assiduo controllo richiede una presenza costante degli agenti di Polizia. Garantisco che terremo sotto controllo la segnalazione, in modo che il fenomeno possa essere monitorato e contrastato con i mezzi a nostra disposizione."

Accanto al rafforzamento dei controlli, c'è anche chi ritiene che la soluzione migliore sarebbe quella di radere al suolo il canneto in modo da eliminare "il paravento", a protezione di scene hot, che spesso avvengono a pochi passi da bagnanti e turisti.






Questo è un articolo pubblicato il 03-05-2018 alle 23:45 sul giornale del 04 maggio 2018 - 3136 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aT99





logoEV