Arcevia: la Guardia di Finanza all’Ipsia per responsabilizzare sulle droghe

24/04/2018 - Responsabilizzare i giovanissimi dell’Ipsia alle droghe. Questo lo scopo della giornata sul tema con tanto di dimostrazione con il cane pastore Acca.

Responsabilizzare sulle droghe e sulle conseguenze, anche penali. È così che la Guardia di ha voluto omaggiare l’Istituto superiore davanti ad una platea di giovanissimi e maturandi. E poi una dimostrazione, con Acca femmina di cane pastore, simulando l’arrivo in aeroporto di bagagli con uno zaino imbottito di una sostanza simile alla cocaina, poi scovato.

A realizzarla due ufficiali della Guardia di Finanza di Ancona l’ispettore Capo dell’unità Cinofili regionale Luogotenente Montelpari Gianluca e l’appuntato scelto Villa Paolo. “Sono sostanze che abbiamo l’obbligo di repertare chi facampionature maggiore sarà il principio attivo, maggiore sarà la pena” afferma l’ispettore. E poi lo smaltimento della droga sequestrata viene smaltita apparecchiature adeguate allo smaltimento e non dannose per la salute umana.

Dubbi, questioni e luoghi comuni svelati dalla Guardia di Finanza ad un pubblico di ragazzi curiosi ed attenti. Tra i luoghi comuni quello che il cane debba essere 'drogato' per saper individuare la droga. “Il cane sfoga il suo istinto naturale di cacciatore” ha detto l'appuntato Villa smentendo così la questione. Un cane drogato non avrebbe questa vitalità - spiegano - e non potrebbe reggere questi ritmi di lavoro.

Infine l'appello di Montelpari ai ragazzi. "Speriamo che quanto detto venga perlomeno rielaborato" dichiara l’ispettore Capo. Gli fa eco il reggente dell'Ipsia Giancarlo Verdini soddisfatto dell'iniziativa. "Abbiamo accolto questa dimostrazione dei finanzieri con interesse perchè pensiamo che sia arrivato il momento che le forze preposte alla repressione e al controllo possano determinare nei ragazzi una sensibilizzazione maggiore. E soprattutto far capire che avvicinarsi a queste sostanze è sempre estremamente dannoso. Le domande e la dimostrazione facciano riflettere e desistere dalla leggerezza con cui a volte i ragazzi si approcciano e vengono coinvolti da questa novità”.


da Ipsia 'Bettino Padovano' di Arcevia






Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2018 alle 23:15 sul giornale del 26 aprile 2018 - 891 letture

In questo articolo si parla di arcevia, scuola, attualità, Ipsia 'Bettino Padovano', articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTWC





logoEV