Poliziotto indagato per corruzione, mercoledì l'interrogatorio davanti al gip

polizia 113 1' di lettura Senigallia 27/03/2018 - Si difenderà mercoledì davanti al gip l'ispettore di Polizia di Senigallia, indagato per corruzione, rivelazione di segreti d’ufficio e accesso abusivo al sistema informatico della Polizia.

Davanti al giudice si svolgerà infatti l'interrogatorio di garanzia. L'ispettore del Commissariato di pubblica sicurezza di Senigallia, Mirko Minghelli, è sospettato di aver acceduto a dati riservati, contenuti nel database informatico della Polizia, per poi rivenderli ad un'agenzia investigativa di Modena. L'ispettore avrebbe intascato 2mila euro ogni due mesi per il passaggio di informazioni. Con l'ispettore di polizia sono indagate altre persone, una decina, per fatti commessi a partire da febbraio 2017, e andati avanti per circa un anno.

Perquisita l’abitazione dell'uomo dalla Squadra Mobile di Ancona diretta da Carlo Pinto, che ha sequestrato un computer e un cellulare, mentre la Squadra Mobile di Modena ha effettuato perquisizioni nell’agenzia finita al centro dell’inchiesta. L'ispettore, che è stato sospeso dal servizio, avrebbe respinto tutte le accuse, anche tramite il suo legale.

Ancora da chiarire una seconda vicenda in cui Minghelli è accusato dei reati di falso ideologico e materiale, riguardo a false denunce di danni alle automobili per atti vandalici, in modo da intascarsi i premi delle assucurazioni, anche grazie alla complicità di un amico carrozziere.






Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2018 alle 09:25 sul giornale del 28 marzo 2018 - 3462 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aS5h





logoEV