Ostra: Progetto Ostra, "Persi importanti finanziamenti di edilizia scolastica"

progetto ostra 24/02/2018 - È stato pubblicato nel supplemento ordinario n. 9 della Gazzetta Ufficiale del 20 febbraio 2018 il Decreto n. 1007 del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR) del 21.12.2017 che individua gli Enti beneficiari delle risorse relative al Fondo Infrastrutture previsto dalla Legge di bilancio per il 2017, per gli interventi di messa in sicurezza e di adeguamento sismico degli edifici scolastici.

Con questo decreto il Ministero ha messo a disposizione dei Comuni Italiani la somma di € 1.058.255.963,00 per l’attuazione di interventi di adeguamento sismico o di nuova costruzione (nel caso in cui il recupero degli edifici esistenti non sia conveniente), nonché per interventi finalizzati ad ottenere il certificato di agibilità delle strutture, per interventi di messa in sicurezza a seguito delle indagini diagnostiche sui solai e controsoffitti, e per l’adeguamento degli edifici alle norme antincendio.

Il decreto, che vi alleghiamo per opportuna conoscenza (http://italiasicura.governo.it/site/home/news/articolo2377.html), prevede, come condizione per la concessione del finanziamento, che entro il 20 agosto 2019 i Comuni ammessi al finanziamento approvino il progetto esecutivo dell’opera ed effettuino l’aggiudicazione dei lavori almeno in via provvisoria (art. 2 del Decreto ministeriale).

Quindi per partecipare al bando non era necessario neanche avere un progetto esecutivo dell’opera!

Non nascondiamo che la notizia ci ha aperto il cuore: è ormai noto come la situazione strutturale e antisismica delle scuole ad Ostra sia a dir poco preoccupante, dal momento che ben 4 plessi su 5 presentano indici di vulnerabilità sismica bassissima (la scuola “A. Menchetti” pari a 0,293, la “Biancaneve” pari a 0,230, la “Peter Pan” di Casine pari a 0,484 ed infine la scuola primaria “Don A. Morganti” di Pianello pari a 0,500). Abbiamo quindi letto con trepidazione l’elenco dei Comuni marchigiani destinatari delle risorse, convinti di trovarci Ostra e, tra i numerosi beneficiari, abbiamo visto che il Comune di Arcevia ha ottenuto un finanziamento per 1,5 milioni di euro, il Comune di Senigallia per 2 milioni, il Comune di Corinaldo per 1,3 milioni ed Ostra Vetere per € 155.000.

Purtroppo, con enorme amarezza, abbiamo dovuto prendere atto che nessuna scuola di Ostra era stata inserita nell’elenco degli interventi finanziati; pertanto, siamo andati ad esaminare anche gli interventi in attesa di finanziamento ed anche qui abbiamo ritrovato il Comune di Senigallia, con ben 4 interventi su altrettanti edifici scolastici, ma niente per Ostra.

Di fatto il Comune di Ostra non ha partecipato alla richiesta di finanziamenti previsti con la Legge di bilancio 2017 nonostante, come detto, lo stato delle nostre scuole sia davvero grave e soprattutto nonostante la promessa (non mantenuta) fatta ai numerosi genitori presenti alla partecipata riunione pubblica che avevamo convocato a Casine due anni fa, durante la quale Storoni aveva garantito loro che si sarebbe attivato per reperire finanziamenti per mettere in sicurezza gli edifici scolastici.

Inoltre, sorprende constatare come il Comune di Ostra Vetere abbia presentato domanda e sia stato anche ammesso al contributo ben sapendo che Ostra ha stipulato una convenzione (di cui è capofila) in materia di edilizia scolastica proprio con Ostra Vetere già dalla fine del 2014. Inevitabile quindi chiedersi: qual è stato il vantaggio di questa convenzione, peraltro rinnovata il 20.12.2017, se Ostra Vetere ha partecipato al Bando ed Ostra no?

Ma non è tutto. Il Sindaco, infatti, non sembra proprio avere affatto chiare le idee su quello che sarà il futuro dell’edilizia scolastica, in quanto finora su questa materia ha assunto due linee programmatiche diverse che cozzano nettamente tra loro: la prima, è quella contemplata all’interno della Delibera di Giunta n. 58 del 30.05.2017 (http://www.halleyweb.com/c042035/zf/index.php/atti-amministrativi/delibere/dettaglio/atto/G9XpreETEaz0-A) con la quale si dichiara di voler realizzare un nuovo plesso per la Scuola Primaria per tutto il territorio comunale in zona ex Fornace con conseguente spostamento della scuola “A. Menchetti” nel sito di V. Europa; la seconda, invece, è quella riportata soltanto cinque mesi dopo all’interno del Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2018/2020 allegato alla Delibera di Giunta n. 107 del 14.11.2017 (http://www.halleyweb.com/c042035/zf/index.php/atti-amministrativi/delibere/dettaglio/atto/G9XprMkTEaz0-A) dove si afferma che per l’anno 2019 sono previsti gli adeguamenti sismici della scuola Media per un importo di ben 2 milioni di euro e della materna di Ostra per 550mila euro. Peccato solo che questi ultimi due progetti di adeguamento siano stati assunti con grave ritardo dal momento che i contributi per tali interventi sono già stati distribuiti e sappiamo bene quanto sia difficile che una tale occasione si possa ripresentare a breve.

Morale della favola: per volontà politica o per sua inettitudine (gli concediamo il beneficio del dubbio), il Sindaco si è clamorosamente lasciato sfuggire una preziosissima chance per mettere definitivamente in sicurezza i nostri malconci edifici scolastici; il prossimo anno scadrà il mandato di Storoni e della sua Giunta e nel frattempo per le scuole non sarà stato fatto ancora nulla.

Considerati, dunque, i non-risultati ottenuti in questo ed in altri settori, non sarà forse il caso che Sindaco e Giunta rassegnino seduta stante le proprie dimissioni?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2018 alle 11:05 sul giornale del 26 febbraio 2018 - 552 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra, progetto ostra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aR1A