Con il diario di una deportata termina la XVI° edizione degli “Incontri con la Storia”

22/11/2017 - Ultimo appuntamento, venerdì 24 novembre, alle ore 17.30 nella Sala conferenze della Biblioteca “Antonelliana”, per la XVI° edizione della rassegna proposta dall’Associazione di Storia Contemporanea, in collaborazione con la sopra citata Biblioteca.

Ospite del pomeriggio è la studiosa Anna Paola Moretti, fresca autrice del libro “Considerate che avevo quindici anni. Il diario di prigionia di Magda Minciotti tra Resistenza e deportazione” (Ed. affinità elettive, 2017), con prefazione di Luciana Tavernini. La Moretti ha riportato alla luce il diario inedito della partigiana Magda Minciotti, una quindicenne nativa di Chiaravalle che venne arrestata per rappresaglia dalle SS alla ricerca del fratello Giacinto, comandante partigiano della Vallesina.

Magda fu poi deportata in Germania per lavoro coatto nei lager Siemens a Norimberga e Bayreuth; il suo è l’unico caso conosciuto di donna deportata dalle Marche per lavoro coatto; sopravvissuta a queste terribile esperienze, Magda divenne nel secondo dopoguerra cittadina pesarese. Il diario della Minciotti, ben contestualizzato dalla Moretti, è un documento prezioso e per ceri versi unico, dato che racconta sia l’esperienza della deportazione per lavoro coatto sia le forme di resilienza femminile rispetto a situazioni di sradicamento e disumanizzazione. Dialogano con l’autrice la prof.ssa Lidia Pupilli, Vicepresidente associativa, e lo studioso Giorgio Godi; un rappresentante dell’Amministrazione comunale porterà i saluti.

 


da Associazione di Storia Contemporanea
Senigallia






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2017 alle 10:15 sul giornale del 23 novembre 2017 - 353 letture

In questo articolo si parla di cultura, storia, senigallia, storia contemporanea, associazione di storia contemporanea

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPao





logoEV