Ostra: “Affido familiare", primo incontro di sensibilizzazione

12/10/2017 - Si è svolto venerdì scorso 6 ottobre, il primo incontro di sensibilizzazione riguardante l’accoglienza di minori stranieri non accompagnati in famiglia, organizzato dalla Cooperativa Sociale Casa della Gioventù che gestisce da più di dieci anni la Comunità Educativa per Minori “L’Orizzonte” di Ostra.

L’iniziativa rientra nel più ampio progetto “Minori Stranieri Non Accompagnati: Orizzonti Possibili”, finalizzato a favorire l’accoglienza e l’integrazione sul territorio dei minori stranieri accolti in struttura attraverso l’attivazione di tre specifiche “azioni”: la promozione dell’affido familiare, l’avvio di un appartamento “di sgancio” post 18 anni e l’attivazione di forme di cittadinanza attiva. Dopo i saluti del sindaco, Andrea Storoni, che ha evidenziato l'importanza di sostenere iniziative che favoriscono la diffusione della cultura dell’accoglienza, è intervenuta la Dott.ssa Cervasi Carmen, coordinatrice de “L’Orizzonte”, che ha “aperto le porte delle comunità”, così da permettere ai partecipanti di conoscere un po’ più da vicino la vita dei minori accolti in struttura.

Successivamente il Dottor Andrea Luzietti, assistente sociale dell’Equipe Integrata Ambito per L’Affido Familiare A.T.S. n. 8 di Senigallia ha illustrato la normativa vigente applicata all’istituto giuridico dell’affido familiare, approfondendo le diverse forme (affido a tempo pieno o affido diurno, di appoggio o di sostegno). L’evento è proseguito con l’interessante intervento della Dott.ssa Debora Siliquini, Responsabile della Comunità per Minori”Lella” di Grottammare che da diversi anni avvia percorsi di affido da parte di famiglie e di single per i minori straneri non accompagnati accolti nella propria struttura.

Riportando la propria esperienza, è emersa più volte l’importanza di definire chiaramente il progetto individualizzato per ogni minore, prendendo fin da subito in considerazione anche il periodo post 18 anni, così come la necessità di una costante e stretta collaborazione tra famiglia, comunità e servizi sociali. A concludere la serata è stata la preziosa ed toccante testimonianza di una famiglia affidataria che attraverso il racconto di piccoli e grandi aneddoti quotidiani ha permesso ai partecipanti di assaporare il reciproco arricchimento insito nell’accoglienza.

Il secondo incontro di sensibilizzazione si terrà venerdì 27 ottobre alle 20:45 presso l’Auditorium San Rocco di Senigallia.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2017 alle 10:33 sul giornale del 13 ottobre 2017 - 790 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra, casa della gioventù

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNTq





logoEV