Ostra Vetere: Montenovonostro "La grave diffida all’amministrazione comunale dal Sindacato CISL"

02/10/2017 - Mai avremmo pensato di doverci ritrovare nella inderogabile necessità di scrivere al sindaco di Ostra Vetere quanto che segue: “Ostra Vetere, 30 settembre 2017 Protocollo: 20170930DC Oggetto: Diffida CISL Al Sindaco del Comune di 60010 Ostra Vetere (AN).

Apprendiamo costernati la notizia della pubblica diffida rivolta dal Sindacato CISL alla amministrazione Comunale inadempiente di Ostra Vetere in tema di remunerazione contrattuale dei dipendenti comunali. 

E non è neppure la prima volta, essendo stata preceduta da precedente comunicazione diffusa a mezzo stampa. Non era mai successo prima, in settant’anni di vita democratica paesana, una cosa tanto grave da destare apprensione in chi, come noi, continua a nutrire alti pensieri sulle istituzioni civili. Eppure la sua amministrazione, o meglio, la sua maggioranza politica (se tale lo è più, dopo i tanti e troppi esempi di dolorose lacerazioni con componenti sempre più numerose della società locale) si professerebbe di sinistra.

Il che dovrebbe porla, per questo solo fatto, dalla stessa parte della barricata rispetto ai lavoratori di quello stesso ente pubblico che lei è chiamato ad amministrare. Mentre solo lei e la sua maggioranza siete riusciti nell’incredibile impresa di far adirare addirittura il Sindacato. Sembrerebbe incredibile, infatti, se i toni e gli argomenti offerti dalla diffida del Sindacato CISL attraverso il proprio legale, che minaccia pubblicamente di adire le vie legali, non appaiano più che credibili.

Nè abbiamo bisogno di ricordare di essere sempre stati vicini al Sindacato CISL e di aver sempre nutrito la convinzione che ogni contrasto, comunque motivato, possa e debba essere risolto con un accordo equilibrato e rispettoso delle leggi e dei contratti di lavoro. Per questo motivo nutriamo la speranza che lei vorrà immediatamente chiudere questa dolorosa e ingloriosa pagina di storia locale, che getta luce sinistra sulla sua già sinistrata opzione ideologica, mentre continueremo a seguire la vicenda con l’attenzione che la gravità del caso richiede.

Ma contemporaneamente le chiediamo che ci venga urgentemente relazionato il punto di vista suo e della sua maggioranza sull’argomento, avendo già preso atto delle gravi accuse che le muove il Sindacato e che non possono essere disattese da alcuno in paese. Davvero spiacenti per la situazione nella quale si è incautamente posto lei e la sua amministrazione, che rischia di pregiudicare l’interesse economico, ma anche civile e istituzionale del nostro Comune, rimaniamo in urgente attesa di chiarimenti. Con doverosi saluti. montenovonostro”.

Dobbiamo confessarlo: ci preoccupa molto questa inedita vicenda per le lacerazioni che indubitabilmente stanno provocando in seno all’organico del personale comunale, ingenerosamente e offensivamente trattato dalla propria amministrazione pubblica, il cui pensiero (ammesso che ne abbia) ci sfugge totalmente per l’imprevidenza e l’arroganza politica sottesa, che rischia di dare piena ragione a coloro, e sono tanti, che la giudicano del tutto inadeguata e incapace a gestire dignitosamente, oltre ai rapporti con la popolazione, almeno i normali rapporti sindacali con il proprio personale dipendente ormai lacerati, come dimostra la grave diffida all’amministrazione comunale dal Sindacato CISL.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2017 alle 09:50 sul giornale del 03 ottobre 2017 - 4009 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra vetere, montenovonostro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNyd