NeTaTwOrK: partono i primi Seminari sul Narratore Ospitale

28/02/2017 - Quante volte, come ospiti di qualche Hotel o B&B, avremo notato in un angolo della sala, appoggiati spesso disordinatamente su un tavolino, decine e decine di pezzi di carta colorati, zeppi di informazioni e foto che rispondono al nome di Brochure?

Li leggete velocemente e vi rendete conto che ci sono decine e decine di informazioni sulle cose da vedere e da fare ma che alla fine riponete là dove erano, più confusi che mai, sperando che magari alla reception vi sia qualcuno che qualche indicazione più precisa sui luoghi da visitare ve la possa dare.

Certo, c’è sempre il ‘fai da te’ perché la tecnologia digitale ci aiuta (smartphone), ma essa ci spiega, solo più velocemente ma in maniera fredda e distaccata, le cose che gli abbiamo chiesto senza che quelle informazioni siano corredate del necessario coinvolgimento. E allora alla fine avremo visto tante cose senza tuttavia aver appreso un granchè  (assenza/carenza di emozionalità) perché quello che è veramente mancato è stato il rapporto con il ‘narratore ospitale’, ossia l’unico vero tenutario della conoscenza dei luoghi che visitiamo. M chi è il narratore ospitale?

Ogni operatore/abitante può essere un narratore ospitale”.  Quello che sembra uno slogan in realtà è un obiettivo raggiungibile da chiunque viva e/o abbia un’attività all’interno di un Borgo o di una piccola città ricco di storia, arte, cultura e tradizioni. Ma perché essere narratori ospitali? Per aumentare il valore del luogo in cui si vive agli occhi dei suoi ospiti che da parte di tutto il mondo vengono a visitarlo in tutte le stagioni dell’anno.

Per questo allora abbiamo pensato, attraverso alcuni seminari, di far crescere questa figura, che non è un accompagnatore o una guida specializzata, dandole alcuni elementi di storia e tradizione locale, finalizzati a stabilire un rapporto più approfondito ed emotivamente significativo con gli ospiti che molto spesso desiderano conoscere di più ed essere orientati e coinvolti nella loro esperienza di visita.

Chi ama la propria città e vi lavora non può prescindere da questa conoscenza perché tocca uno degli aspetti che qualificano ulteriormente la destinazione marchigiana in Italia e all’estero.

I seminari partiranno a Marzo e coinvolgeranno le strutture ricettive ed extraricettive di tutti i Comuni delle due valli del Misa e del Nevola fino a raggiungere Fano. Nella locandina tutte le info; per l’iscrizione basta compilare il form al: https://goo.gl/forms/Npkd0v0fEdwzIfpC2
 

L’iniziativa gode del patrocinio dei Comuni di Ostra, Corinaldo e della Confesercenti Marche. 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2017 alle 11:24 sul giornale del 01 marzo 2017 - 1137 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, alberto di capua

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGUG

Leggi gli altri articoli della rubrica NeT aT wOrK