contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Alunno disabile lasciato solo in classe: l'on. Brignone presenta una interrogazione in Parlamento

2' di lettura
1559

da Beatrice Brignone
deputata Possibile


beatrice brignone
La deputata Possibile Beatrice Brignone ha presentato in Parlamento un’ interrogazione al Ministro dell’Istruzione sulla vicenda accaduta nei giorni scorsi presso la scuola Marchetti di Senigallia ai danni di uno studente disabile.

A quanto riportano fonti di stampa, uno studente di 12 anni è stato costretto a rinunciare alla gita scolastica e fare ritorno in classe con la sola presenza dell’insegnante di sostegno, mentre i suoi compagni partivano per un viaggio d’istruzione, perché il pullman, che avrebbe dovuto accoglierlo, era privo della pedana meccanica che consente la salita a bordo.

“Se quanto si apprende,corrisponde al vero -afferma l'on. Brignone- ci troviamo di fronte a un evidente caso di discriminazione. Ancor più grave il fatto che tale episodio si sia verificato proprio a scuola, la naturale sede in cui si apprende fin dalla più giovane età l’importanza di abbattere ogni barriera e discriminazione. Ogni bambino deve sentirsi accolto e famiglie, dirigenti scolastici e docenti devono essere messi nelle condizioni di poter evitare ogni forma di emarginazione "

Nell’interrogazione, infatti, si chiede al Ministro se non ritenga fondamentale e necessario integrare la Nota del 3 febbraio 2016, con cui il MIUR ha emanato una circolare avente per oggetto” Viaggi d’istruzione e visite guidate” - indirizzata agli Uffici Scolastici Regionali, ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali e ai Dirigenti scolastici - affinché sia posta particolare attenzione sulla scelta delle aziende cui affidare il servizio di trasporto per le gite d’istruzione pena la risoluzione del contratto stipulato. Se l’Azienda di trasporto non rispetta le esigenze dettate docenti, questi devono poter rinunciare e rinviare la visita d’istruzione senza che scuola debba pagare eventuali penali per la mancata gita. “Oltre agli obblighi imposti dalla normativa, auspico maggiore sensibilizzazione e attenzione nei confronti degli studenti disabili nell’ottica dell’integrazione scolastica e sociale e rispetto delle differenze”.



beatrice brignone

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2016 alle 21:51 sul giornale del 04 maggio 2016 - 1559 letture