contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Reticoli sui cieli senigalliesi: esplode il dibattito sulle scie chimiche

1' di lettura
2916

Nella mattinata di lunedì il cielo limpido e terso sopra Senigallia è apparso ricoperto da un reticolo di scie bianche, come quelle lasciate dagli aerei.

Il fenomeno, per altro non nuovo neanche sulla spiaggia di velluto, ha scatenato il dibattito, tanto controverso quanto contestato dai Governi ufficiali, sulle presunte scie chimiche. Secondo i sostenitori di questa teoria, "le scie di condensazione visibili nell'atmosfera terrestre rilasciate dagli aerei non sarebbero scie di vapore acqueo, ma sarebbero composte anche da agenti chimici o biologici, spruzzati in volo per mezzo di ipotetiche apparecchiature montate sui velivoli, per finalità non meglio precisate".

Il Governi, gli Usa in primis ma anche quello italiano, hanno sempre negato questa ipotesi ma il dubbio, soprattutto tra i cittadini, resta. La comunità scientifica avverte anche di non confondere "il presunto rilascio di scie chimiche con la tecnica detta cloud seeding (inseminazione delle nubi), che consiste nello spargere nuclei di condensazione nelle nubi per stimolare le precipitazioni piovose, tecnica che però ha sempre fornito scarsi effetti e che oggi nel mondo viene quindi poco utilizzata".





Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2015 alle 20:31 sul giornale del 28 luglio 2015 - 2916 letture