contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Prende a botte il marito con un bastone, condannata una cubana

1' di lettura
1268

Sei mesi di reclusione e pena sospesa. E' la condanna inflitta dal Tribunale di Ancona ad una cubana di 35 anni accusata di maltrattamente nei confronti del marito, un 47enne di Senigallia, disabile.

Secondo l'accusa la donna infatti avrebbe colpito il marito con un bastone di scopa. I fatti risalgono al luglio 2013 quando la storia tra i due coniugi, ormai naufragata, è finita nel peggiore dei modi. Al suo rientro a casa l'uomo, impiegato pubblico, affetto da un deficit uditivo, si sarebbe ritrovato i vestiti gettati in strada. L'uomo a quel punto, una volta rientrato in casa, sarebbe stato colpito ripetutamente dalla moglie con un bastone appuntito. Una versione che la donna ha negato.

La sentenza peò le ha dato torto. Il marito nella circostanza aveva riportato anche alcune lesioni con una prognosi di 10 giorni. Alla fine la cubana è stata condannata per lesioni personali aggravate dal legame di matrimonio e dalla disabilità della vittima.



Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2015 alle 08:48 sul giornale del 16 luglio 2015 - 1268 letture