'Adriatico No Oil', 'Le ragioni dei 5 Stelle per una Senigallia sana, moderna e libera dalle trivelle'

movimento 5 stelle senigallia 2' di lettura Senigallia 15/01/2015 - Le ditte petrolifere vorrebbero convincerci che porteranno sviluppo e progresso. Ma noi non ci crediamo. Siamo cittadini di Senigallia e siamo commercianti, albergatori, agricoltori, pescatori, studenti, genitori e figli, persone che amano questa città.

Non abbiamo interessi, vogliamo solo il bene del nostro territorio e ci battiamo in sua difesa. Non vogliamo le trivelle ed esigiamo il rispetto della volontà popolare.

A suffragare questa esigenza ci sono le parole del giurista della Corte Costituzionale Paolo Maddalena il quale afferma che poiché le trivellazioni petrolifere rappresentano una violazione
di un bene primario assoluto, quindi un diritto inviolabile dei cittadini, devono considerarsi anticostituzionali.

Consideriamo inoltre che:

1- lo sviluppo di Senigallia non passerà attraverso l’industria del petrolio. Siamo la città del turismo, del paesaggio, dei beni archeologici, delle colline, del mare, della bellezza. Se li lasciamo fare, rischiamo di perdere tutto!

2- Vogliono trivellare: avremo pozzi, condutture, petroliere in mare, stoccaggio. Vogliamo trasformare la bandiera blu in nera?

3- La petrolizzazione non porterà benefici occupazionali. Sono piattaforme quasi completamente automatizzate. Vanno messe in conto i danni alla salute, ai posti di lavoro che perderemo nel settore del turismo, dell’agricoltura e della pesca. Chi verrà più in vacanza a vedere nel mare i pozzi di petrolio?

4- Non svendiamo Senigallia per lo sfruttamento di idrocarburi di bassa qualità per l’interesse di multinazionali sopratutto straniere. Dal business del petrolio non viene in tasca niente a noi senigalliesi. Il mare non sarà più mare!

Il tema verrà affrontato dalla Dott.ssa Maria Rita D’Orsogna, che oltre ad essere giornalista del Fatto Quotidiano, è docente al Dipartimento di matematica della California State University. Esperta di inquinamento e idrocarburi è impegnata in prima linea contro la petrolizzazione in Italia.

Si parlerà anche di stoccaggi di gas e anidride carbonica, un pericolo reale e immediato.

Venerdi’, 16 gennaio alle ore 21,30 a Senigallia, presso l’Hotel Mastai in via N. Abbagnano, 12 (vicino al Cinema Multisala).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2015 alle 23:24 sul giornale del 16 gennaio 2015 - 1642 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, Movimento 5 Stelle, M5S, adriatico no oil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ad46


a me queste multinazionali che promettono sviluppo e progresso..fanno solo che ridere!
ma pensate che tutte le persone siano stupide?
detto sinceramente, che se ne vadano al diavolo loro e questa morte nera che è il petrolio!
abbiamo tutto cio che ci occorre qui! non abbiamo necessita del vostro diavolo nero!
stasera non so se potro esserci, ma se volete una mano su questo argomento
fatemi sapere, io sono con voi.
saluti
Diego Vitali - Progetto InComune

Massì
d'altronde non molto tempo fa i campi li aravano le vacche




logoEV
logoEV