x

Ragazzo travolto da un treno alla stazione: rientrava da una serata in discoteca

Binari 2' di lettura Senigallia 07/12/2014 - I suoi resti sono stati ritrovati sparsi lungo le rotaie tra la stazione e piazzale della Libertà, davanti alla Rotonda. Una scena raccapricciante quella che si è presentata ai primi soccorritori arrivati sul posto domenica mattina.

Un ragazzo (si saprà solo dopo diverse ore il sesso e le sommarie generalità) era stato travolto poco prima dell'alba dal passaggio di un treno, il cui macchinista non si sarebbe accorto di nulla. A dare l'allarme, alle 8 di mattina, è stato il macchinista del treno regionale 11528 Ancona-Piacenza che superando di poco la stazione ferroviaria ha notate tra i binari quelli che inconfutabilmente, purtroppo, erano brandelli di un cadavere. Immediatamente il transito ferroviario è stato bloccato e i passeggeri del regionale sono stati trasferiti su un altro treno.

Il traffico, convogliato per alcune ore sul terzo binario attivato per l'emergenza, ha subito ritardi e rallentamenti rientrati nella tarda mattinata. Nel frattempo sul luogo del ritrovamento è arrivato il personale della Polfer, Polizia, Carabinieri e il personale di RFI. La prima ipotesi, il ragazzo potesse essersi gettato volontariamente sotto al treno in transito, è stata scartata dopo i primi accertamenti che hanno rivelato l'amara verità. L'investimento del giovane, un ventenne originario della Lituania residente ad Ascoli Piceno, non sarebbe stato un gesto volontario, bensì una tragica fatalità. Il ragazzo era arrivato in pullman da Ascoli insieme ad un gruppo di amici per trascorrere la serata in discoteca, al Mamamia.

Al momento del rientro l'autobus aspettavai il gruppo proprio alla stazione ferroviaria. Il ragazzo, in attesa di salire a bordo del bus, si sarebbe allontanato per espletare un bisogno fisiologico e lo avrebbe fatto proprio lungo i binari. In quel mentre è passato un treno ad alta velocità che lo ha travolto. La comitiva si sarebbe accorta dell'assenza del ragazzo solo al rientro ad Ascoli Piceno. E solo al quel punto sarebbe scattato l'allarme. La tragedia però, purtroppo, si era già compiuta.


di Giulia Mancinelli e Michele Pinto
redazione@viveresenigallia.it




Questo è un articolo pubblicato il 07-12-2014 alle 09:44 sul giornale del 09 dicembre 2014 - 13197 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, senigallia, stazione di senigallia, piazzale della libertà, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/acCj

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici