x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Ladri scatenati: 16 colpi in due ore, furto anche in casa dell'assessore Campanile

1' di lettura
3927

gennaro campanile

Raffica di furti giovedì sera. Tra Senigallia e Montemarciano sono stati ben 16 i colpi messi a segno tra le 18 e le 20 in varie case ed appartamenti. Tra le vittime anche l'assessore Gennaro Campanilie.

Tutti i furti sono stati effettuati con lo stesso sistema. I malviventi infatti hanno forzato la porta d’ingresso o approfittato di una finestra lasciata aperta. In alcuni casi i ladri sono riusciti a compiere il furto mentre i proprietari erano in casa. Quattro i colpi messi a segno in via Le Querce a Montemarciano. Poi la banda si è spostata a Senigallia. Nel quartiere del Vivere Verde sono stati messi a segno due furti, entrambi all’ora di cena in altrettante abitazioni.

Una di queste era l'appartamento dell'assessore Gennaro Campanile che al ritorno ha trovato la casa messa a soqquadro. In un altro appartamento i proprietari erano seduti addirittura a tavala e non si sono accorti dei ladri che nel frattempo erano entrati nel reparto notte. I malviventi non hanno risparmiato nemmeno l’hinterland della città, prendendo di mira alcune abitazioni delle frazioni di Marzocca, Cesano e Sant’Angelo. Ladri che sono tornati a colpire anche in via Marche, dove però, una volta all’interno si sono dovuti accontentare di un computer portatile, unico oggetto di valore lasciato all’interno dell’abitazione dalla famiglia che la utilizza esclusivamente nei mesi estivi.

A sventare un colpo è stato invece un residente di via Pierelli, che, sentendo attorno alle 22 dei rumori sospetti, si è affacciato ed ha visto due individui intenti ad arrampicarsi per raggiungere il terrazzo ma alla vista dell’uomo si sono dati alla fuga.



gennaro campanile

Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2014 alle 23:50 sul giornale del 18 ottobre 2014 - 3927 letture