x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Creano confusione al bar e tentano di truffare la titolare, denunciati tre rumeni

2' di lettura
2635

di Sudani Scarpini
redazione@viveremarche.it


Tentata truffa a danno di una barista. Il personale della Squadra Volante del Commissariato di Senigallia, diretto dal vice questore aggiunto Agostino Maurizio Licari, ha denunciato tre rumeni.

Giovedì notte infatti, transitando per via Sanzio, la Squadra Volante è stata attirata da una donna, visibilmente agitata, che ha raccontato agli agenti di essere stata vittima di un raggiro da parte di tre persone. Non solo. La donna ha indicato al personale due persone, un uomo ed una donna, che si erano appena allontanati dal suo bar, quali autori del tentato raggiro.

Così i poliziotti hanno immediatamente fermato i due, identificandoli nei rumeni D.F. di 28 anni (uomo) e S.M. di 23 anni (donna). Nel corso dei controlli però hanno anche notato, a poca distanza, un'altra donna, che si muoveva tra le auto in sosta. Raggiunta è stata identificata in C.S., rumena di 20 anni.

I tre, come spiegato dalla titolare del bar, sarebbero entrati nel locale chiedendo delle bibite che hanno pagato con una banconota da 100 euro, ricevendone il resto. A questo punto, uno dei tre, lamentandosi per l'eccessivo costo delle bibite, avrebbe preteso la restituzione della banconota da 100 euro. La titolare del bar, che ha dato indietro la banconota ai clienti, ha però ricevuto 40 euro in meno rispetto alla somma precedentemente data come resto. Il tutto mentre un altro dei tre creava confusione all'interno del bar, spostando gli oggetti presenti sul bancone.

Ottenuta la banconota da 100 euro ed essendo riusciti nel 'proprio gioco' i tre sono usciti frettolosamente dal bar mentre la titolare, avendo compreso di essere stata raggirata, è uscita per chiedere aiuto. Proprio in quel momento transitava la Volante che, dopo aver identificato i tre responsabili, li ha accompagnati in Commissariato.

Qui, dove le due donne sono risultate avere già precedenti anche per reati simili, i tre rumeni sono stati denunciati per il reato di tentata truffa. Nei loro confronti sono state inoltre avviate le procedure per il divieto di ritorno nel comune di Senigallia.



Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2014 alle 16:38 sul giornale del 18 ottobre 2014 - 2635 letture