contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Ostra Vetere: Patto per Ostra Vetere presenta un esposto sulla convenzione tra Comune e Polisportiva Avis

3' di lettura
620
da Patto per Ostra Vetere

patto per ostra vetere

La Lista “Patto per Ostra Vetere” presenta un altro esposto al Prefetto, chiedendo questa volta che vengano espletati tutti i controlli necessari per verificare eventuali e possibili vizi di legittimità sulla delibera della Giunta Memè n. 85 del 5.9.2014 recante “Approvazione schema di convenzione tra il Comune e l’Associazione Polisportiva Avis per la gestione del Palazzetto dello Sport comunale”, tra l’altro già pubblicata on line sull’Albo Pretorio del Comune.

La richiesta del movimento politico “Patto per Ostra Vetere”, che per due mandati ha visto sostenuto i due mandati da Sindaco di Massimo Bello, ha deciso di chiamare in causa il Prefetto di Ancona “per chiedere al rappresentante del Governo di esaminare la legittimità della delibera n. 85 in ordine all’incompetenza, all’eccesso di potere e alla violazione di legge, e per invitare l’Amministrazione comunale di Ostra Vetere – ove siano accertati eventuali e possibili vizi di legittimità – ad applicare l’istituto dell’autotutela amministrativa, che consentirebbe al Comune di revocare la eventuale delibera nulla o annulllabile e di procedere all’adozione di un atto, sotto il profilo amministrativo e procedimentale, corretto, trasparente e rispettoso della norma.”

“Dalla lettura e dall’esame della deliberazione di Giunta n. 85, risulterebbero – scrive Patto per Ostra Vetere - eventuali e possibili vizi di legittimità dell’atto amministrativo, così come indicati nell'art. 26 del R.D. n. 1054/1924 (incompetenza, eccesso di potere e violazione di legge), e che oggi tali vizi sono espressamente individuati, come possibili ed eventuali cause d'annullamento di un atto amministrativo, nell'art. 21 octies, primo comma, introdotto dalla L. n. 241 del 1990 e successive modificazioni ed integrazioni. Il vizio dell'incompetenza si verifica quando l'organo che adotta l'atto non è quello competente per grado, materia (valore) o per territorio; l'eccesso di potere si realizza in tutti quei casi in cui vi sia uno sviamento del potere nel senso che, nella tipica fattispecie procedimentale, si accerta il mancato perseguimento del fine, cui l'esercizio del potere stesso deve tendere sulla base di una serie di indici sintomatici; in tale prospettiva, il vizio dell'eccesso di potere viene, dalla più recente dottrina e giurisprudenza, individuato come vizio della funzione; l'eccesso di potere è configurabile solo con riferimento agli atti discrezionali in quanto solo con riferimento ad essi si può profilare uno sviamento del potere che non si concretizzi in una violazione di legge.

La violazione di legge, invece, indicherebbe il contrasto tra l'atto e l'ordinamento giuridico e può estrinsecarsi in un vizio della forma, in un vizio della motivazione, in un vizio del procedimento, in un vizio della composizione dei collegi, in un vizio del contenuto, oppure può originare dalla violazione dei principi di efficacia, trasparenza e pubblicità dell'azione amministrativa di cui all'art. 1 della L. n. 241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni o dei principi del giusto procedimento e della leale cooperazione di cui alla medesima legge. “La delibera n. 85 del 5.09.2014 parrebbe nulla o annullabile, in quanto la Convenzione prevede un impegno di spesa pluriennale spalmato su più anni (2014, 2015 e 2016), di cui la competenza a deliberare – scrive sempre Patto per Ostra Vetere - non sarebbe della Giunta, ma del Consiglio.

Tra l’altro, sarebbe interessante, altresì, sapere se - in base alla nuova formulazione dell'articolo 49 del Dlgs 267/2000 - oltre al parere di regolarità tecnica del responsabile di servizio, sia stato inserito (sia nel procedimento di formazione dell’atto che nell’atto deliberativo) anche - proprio per i riflessi diretti della decisione dell'Amministrazione sulla situazione economico-finanziaria e sul patrimonio dell'ente - il parere del responsabile del servizio finanziario in ordine alla regolarità contabile, in quanto tale parere risulterebbe non essere presente e ben evidenziato.”



patto per ostra vetere

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2014 alle 21:13 sul giornale del 06 ottobre 2014 - 620 letture