x

Chester: migliaia di persone scendono in strada per la Chester Pride

2' di lettura Senigallia 05/10/2014 - CHESTER (REGNO UNITO) - Le strade di Chester si sono trasformate in un mare di colori in occasione dell'annuale Pride: migliaia di persone sono scese in strada per prendere parte alla parata per festeggiare l'uguaglianza, la diversità e la cultura gay, lesbo, bisex e transgender.

La giornata di sole ha reso ancora più vivi i mille colori della Chester Pride, la marcia che nella giornata di domenica ha voluto celebrare l'uguaglianza, la diversità e la cultura gay, lesbo, bisex e transgender nella contea inglese.

Giunta alla sua seconda edizione, la colorata ed allegra parata ha attraversato le vie del centro cittadino: tra le migliaia di persone che hanno sfilato, c'erano anche tanti atleti delle società sportive locali, organizzazioni pubbliche e private e tanti volontari che hanno distribuito volantini e regali alla folla.

A condurli nella loro marcia, in sella ad una lettiga romana, c'era il nuovo sindaco Bob Rudd che è apparso fiero di sfilare in mezzo ad alcune artiste di burlesque, danzatrici del ventre e al ritmo dei tamburi della Union Samba Band.

Ma a farla da padrone è stata la mascotte della Chester Pride, un Dio romano con addosso un elmo il cui piumaggio colorato rimandava all'ormai iconico arcobaleno, seduto su un trono con incinse le date cardine della storia della cultura gay, lesbo, bisex e transgender.

Niente e nessuno è riuscito a rovinare l'atmosfera gioiosa e aperta dell'evento; neppure i volontani omofobi apparsi in città alla vigilia dell'evento, né il manipolo pacifico di contestatori cattolici che hanno brandito cartelloni e poster al passaggio del corteo.

Durante la giornata si sono susseguiti inoltre numerosi eventi che hanno reso partecipe anche tutta la cittadinza. Tanto che al discorso finale dell'organizzatore Dave Redpath-Smith si era adunata una grandissima folla. Il signor Redpath-Smith ha esordito dicendo che questa marcia ha rappresentato una pietra miliare nella lotta per l'uguaglianaza di gay, lesbo, bisex e transgender ma che non è ancora finita : "è difficile credere che ancora in 81 nazioni essere gay è ancora illegala. Ma se oggi siamo qui è perché noi ci opponiamo a ciò".

Tutte le foto, i dati e le citazioni sono state prese dall'articolo "Thousands turn out for Chester Pride" di Carmella de Lucia, Chester Chronicle del 15/10/2014








Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2014 alle 18:21 sul giornale del 06 ottobre 2014 - 4577 letture

In questo articolo si parla di cronaca, isabella agostinelli, gay pride, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/0CO

Leggi gli altri articoli della rubrica chester





logoEV
logoEV