x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Ostra Vetere: Montenovo nostro, 'Memè anche per la RSA fai il contrario di quello che dici e prometti'

3' di lettura
893

da Montenovonostro


Cinque mesi di inutile attesa. Caro Memè, negli ultimi tuoi comunicati ufficiali tutti hanno potuto leggere le mirabolanti vanterie del tipo: “I cittadini di Ostra Vetere sanno bene che mai gli amministratori hanno rifiutato di rispondere alle loro domande e che sono e saranno sempre disponibili al dialogo e al confronto civile”.

Già ti abbiamo detto che non è vero quello che è scritto in quei comunicati, sia che lo abbia detto tu che li hai firmati o che te li abbia scritti il solito importuno portavoce, la verità è che non è per niente vero quello che affermi. Tu non dai risposte a chi ti rivolge domande, eccola la verità. Un ulteriore esempio di questa tua deprecabile assenza di sensibilità istituzionale e sociale viene anche dall’avviso di convocazione dell’ultimo Consiglio Comunale. Nemmeno stavolta hai iscritto all’ordine del giorno la nostra proposta sulla RSA che ti avevamo inviato lo scorso 23 aprile 2014, più di cinque mesi fa ( http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/21282-ostra-vetere-montenovonostro-chiede-al-sindaco-lindizione-del-referendum-per-mantenere-la-rsa).

E ti era stato sollecitato di nuovo nell’incontro del 10 luglio successivo. Ma non ci hai dato nessuna risposta pubblica e nemmeno alcuna risposta privata. Infatti, oltre a non fare ciò che ti era stato chiesto pubblicamente nell’interesse del paese, non hai nemmeno risposto privatamente a quella lettera. Tu, parlare non parli e scrivere nemmeno. Non è così che si fa. Proprio no. Spiace doverti rammentare che stai tradendo non solo un tuo preciso dovere istituzionale, ma anche le tue stesse promesse elettorali nel cui programma avevi scritto: “Ma una cosa ci sta fortemente a cuore: la speranza che la comunità possa riavvicinarsi alla cosa pubblica e che il cittadino si riappropri del suo ruolo attivo. I cittadini, infatti, sono i "proprietari" delle istituzioni pubbliche: da contribuenti forniscono le risorse, da elettori delegano la gestione delle istituzioni stesse ai propri rappresentanti, i quali sono chiamati a rendere il conto delle proprie scelte amministrative”. Te lo sei scordato Memè? Proprio non vuoi renderci il conto delle tue scelte amministrative?

Allora torniamo a scriverti di nuovo così: “Ostra Vetere, 29 settembre 2014. Al Sindaco del Comune di 60010 Ostra Vetere (AN). Protocollo: 20140929SR. Oggetto: Sollecito richiesta indizione Referendum sul mantenimento della RSA. Già lo scorso 23 aprile 2014 era stata presentata analoga richiesta, assunta a protocollo del Comune con n. 2378 del 23/04/2014, a tutt’oggi inevasa. Replichiamo pertanto la richiesta. Si fa seguito a precedente comunicazione telefonica per chiederLe di voler sottoporre al Consiglio Comunale la proposta di indizione di un Referendum consultivo per il mantenimento della RSA Residenza Sanitaria Assistita in Ostra Vetere. Nella speranza di favorevole accoglimento della presente richiesta, coglie l’occasione per porgere i migliori saluti. montenovonostro”.

Sembra paradossale, su un argomento di cosìttanta importanza per il paese, dover tornare a sollecitare risposta da un pubblico amministratore il quale si vanta, come fai tu, che mai gli amministratori hanno rifiutato di rispondere alle domande dei cittadini. Questo non è vero proprio: ti abbiamo scritto tante volte per chiederti cose di interesse pubblico, ma non ci hai risposto o non ci vuoi rispondere proprio, e lo sai bene. Ma non lo fai solo con noi, Memè. Lo fai anche con altre associazioni e con altri cittadini. Per favore. Non dire più quel che non è vero. Ti sta brutto. Ne abbiamo fin sopra i capelli di quelli che dicono cose non vere, e tu non devi dirle”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2014 alle 16:34 sul giornale del 03 ottobre 2014 - 893 letture