Pesca illegale sottocosta, multa da 4 mila euro per un pescatore

Motovedetta CP 723 1' di lettura Senigallia 25/09/2014 - Continua ininterrotta l’attività dell’Ufficio Locale Marittimo di Senigallia al fine di contrastare il fenomeno all’abusivismo della pesca sottocosta.

Nella mattinata di giovedì, gli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo al Comando del Comandante De Giuseppe con l’ausilio della Motovedetta costiera veloce CP 723, in forza a Senigallia dallo scorso agosto, sotto il coordinamento coordinamento della Capitaneria di porto di Ancona, hanno colto sul fatto un peschereccio intento ad effettuare attività di pesca di tipo strascico ad una distanza di 4,6 miglia (9 chilometri circa) dalla costa anziché ad una distanza superiore alle 6 miglia (12 chilometri circa) come previsto dalla normativa vigente.

Al quel punto si è proceduto ad elevare una multa di 4000 euro e al sequestro amministrativo delle reti; inoltre, a seguito della gravità dell’infrazione, sono stati decurtati 6 punti dalla licenza di pesca e 6 punti al Comandante dell'imbarcazione. Le operazioni specifiche proseguiranno nei prossimi giorni interessando l’intero litorale senigalliese.






Questo è un articolo pubblicato il 25-09-2014 alle 14:39 sul giornale del 26 settembre 2014 - 1617 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, Capitaneria di Porto di Ancona, articolo, ufficio locale marittimo di senigallia, Motovedetta CP 723 e piace a eneabartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0cl





logoEV